San Pietro di Barbozza saluta Angelo Giorgio Vidori: fondatore di Vidori Scavi, grande appassionato di motociclismo

Dopo una lunga malattia oggi, venerdì 22 maggio, è mancato Angelo Giorgio Vidori (nella foto): stimato cittadino di San Pietro di Barbozza e "uomo di mondo" con la grande passione per le moto insieme alla moglie Agnese.

L'uomo, di 82 anni, aveva ereditato dalla famiglia il "gene del trasportatore", in passato conosciuto con il termine "carrettiere".

Dopo la prematura morte del padre Bernardino, partigiano della brigata Mazzini ucciso nel dicembre 1944 a Portogruaro, si era rimboccato le maniche e aveva fondato un’impresa che si occupava principalmente di escavazioni nell’alveo del Piave; poi ampliata dai figli Mauro e Valter.

La sua più grande passione erano le moto, mezzi da sogno all'americana, quasi futuristici per i suoi compaesani, che Giorgio amava utilizzare insieme alla moglie compiendo viaggi in moto che, all'epoca, nessuno aveva le possibilità economiche e nemmeno l'immaginazione di sognare di fare.

Oltre alla malattia, che ne aveva progressivamente spento la grande energia, tre anni fa aveva improvvisamente perso il nipote Michael, mancato a soli 30 anni.

La comunità di San Pietro di Barbozza in queste ore difficili si stringe alla moglie Agnese, ai figli Mauro con Monica, Valter con Elena e Mara con Giorgio, alla sorella Teresa, ai nipoti e parenti.

Il funerale sarà celebrato lunedì 25 maggio alle 15.30 nella parrocchiale di San Pietro, il rosario si terrà sempre in chiesa domenica 24 maggio alle 19.


(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Onoranze Funebri Monico).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport