San Pietro e Santo Stefano, partono lunedì i centri estivi negli asili parrocchiali. Niente da fare per il Grest

Partono lunedì 29 giugno, festa patronale dei santi Pietro e Paolo, i centri estivi per i bambini dai 3 ai 5 anni negli asili parrocchiali delle frazioni di San Pietro di Barbozza e Santo Stefano: un'abitudine consolidata che quest'anno non era però così scontata.

"A Guia non è stato raggiunto il numero minimo di 10 iscritti - ha precisato don Romeo -, quindi i bambini di Guia verranno a San Pietro".

Gli iscritti avranno la possibilità di frequentare tutta la durata del centro estivo, ossia fino a venerdì 31 luglio, oppure le prime tre settimane o le ultime due. Il costo settimanale è pari a 90 euro per mezza giornata dalle 7.30 alle 12.30, pranzo e trasporto esclusi.

23380ae3 1354 4c0d 8a2e 0c8fff5ba24a

La ragione di questi costi è dovuta al fatto che i bambini saranno divisi in gruppi di 5 e ciascuno sarà affidato a una maestra; inoltre genitori/accompagnatori dovranno accompagnare i figli o nipoti all'orario prestabilito del loro gruppo ed aspettare il proprio turno, all'ingresso e all'uscita sarà istituita una zona triage dove sarà rilevata la temperatura a bambino e accompagnatore.

Durante il centro estivo, scrivono gli organizzatori, "verranno proposte attività educativo-didattiche volte a favorire la relazione in un clima di gioco e di divertimento, mettendo i bambini nella condizione di poter tornare a sperimentare la socialità in un ambiente sano".

La brutta notizia è l'annullamento del Grest, che riuniva molti giovani delle tre parrocchie di Guia, Santo Stefano e San Pietro di Barbozza nel patronato di quest'ultima frazione valdobbiadenese.

Una responsabilità troppo grande per il parroco e i giovani animatori; don Romeo ha comunque lanciato una proposta alternativa e divertente: "Il Grestaccio per gli adolescenti, che si svolgerà due volte a settimana nel mese di luglio".

 

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport