“Rubano a chi fa del bene”: ladri svaligiano la sede dell’Avab di Valdobbiadene. Danni per 10 mila euro

Non si sono fermati neanche davanti alla scritta “Volontari Antincendio Boschivo”, portando via quasi tutto quello che hanno trovato, i ladri responsabili del furto nella sede dell’Avab di Valdobbiadene, in via Prà Fontana nella zona industriale del paese.

Motoseghe, pile segnalatrici, avvitatori, decespugliatori, trapani, termometri digitali, moto dischi e caschetti sono solo alcuni degli oggetti portati via dai ladri che hanno lasciato sul posto solo le tute dei volontari e alcuni caschi troppo riconoscibili.

I volontari dell’Avab, giunti sul posto dopo la segnalazione di un collega, hanno riferito di non riuscire a trovare neanche le radio ricetrasmittenti che hanno avuto in dotazione dalla Regione Veneto.

“Ho le lacrime agli occhi, all’inizio non potevo crederci - spiega Cristian Tessaro, presidente dell’Avab di Valdobbiadene - Martedì sera abbiamo avuto riunione di direttivo in sede e abbiamo finito alle 22.50. Questa mattina, intorno alle ore 12.30, un nostro volontario è venuto a ritirare alcuni libretti per le scuole e ha trovato il portone principale forzato”.

FOTO 6

“Quando è entrato si è accorto dello scempio - prosegue Tessaro - Non hanno avuto pietà di nulla, né della divisa che indossiamo né di quello che facciamo per le nostre comunità. Hanno risparmiato davvero poche cose e il danno che abbiamo subito è davvero pesante e si aggira intorno ai 10 mila euro. Ho avvisato immediatamente l’assessore regionale alla Protezione civile, Gianpaolo Bottacin, il sindaco Luciano Fregonese e l’architetto Giovanna Carla Maddalosso, responsabile dei lavori pubblici del Comune di Valdobbiadene”.

“In tanti anni non ho mai subito una cosa del genere - conclude il presidente dell’Avab di Valdobbiadene - Come si può arrivare a tanto? Non c’è più rispetto di nulla e questo mi preoccupa molto. Poco fa qualcuno mi ha detto che è assurdo che le persone che fanno del bene debbano subire questi “regali” dalla gente. Spero che trovino quanto prima gli autori di questo furto, dire che sono amareggiato è poco”.

Sul posto si sono recati immediatamente i carabinieri della stazione di Valdobbiadene che ora stanno compiendo tutti gli accertamenti del caso per poter trovare elementi utili alle indagini.

Ora il sentimento prevalente è la rabbia perché tutti a Valdobbiadene conoscono il prezioso lavoro dei volontari Avab per la comunità, un impegno continuo con tutte le condizioni meteorologiche, dalla pioggia incessante alla neve, un lavoro che merita rispetto e ammirazione e che invece è stato calpestato in modo becero da chi non si è fermato neanche davanti a chi fa del volontariato la sua missione quotidiana.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Avab di Valdobbiadene).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport