Valdobbiadene, la Pro loco dona una motosega all’Avab. I volontari: “Dopo il furto tanta solidarietà”

Un dono inaspettato da parte della Pro loco di Valdobbiadene che ha risposto “presente” in un momento difficile per i volontari valdobbiadenesi dell’Avab, ancora scossi per il furto subito nella loro sede di via Pra Fontana (qui l'articolo).

Il presidente della Pro loco di Valdobbiadene, Alessandro Tonella, ha voluto consegnare ai volontari dell’antincendio boschivo una motosega come segno di vicinanza ad una delle realtà di volontariato più importanti del paese.

La consegna è avvenuta ieri, negli spazi della sede dell’Avab, alla presenza del presidente Cristian Tessaro, commosso per questo atto di generosità che conferma il grande cuore del volontariato valdobbiadenese.

“Valdobbiadene c’è insieme alle autorità della Regione Veneto, ai Vigili del fuoco, ai Carabinieri e ai volontari Avab della zona 2 che continuano a chiederci se abbiamo bisogno di qualcosa. - spiega il presidente Tessaro - Sono fiero della gente che ci circonda: noi faremo del bene ma anche i valdobbiadenesi non sono da meno. Ieri sera abbiamo ricevuto un dono inaspettato dalla Pro loco di Valdobbiadene che ci ha donato una motosega”.

“Mi sono commosso per le parole espresse dal presidente Tonella, che mi ha detto che i volontari Avab ci sono sempre stati quando la comunità valdobbiadenese ha avuto bisogno e questa volta, in un momento di difficoltà e sconforto per tutti noi, loro hanno dimostrato concretamente la loro vicinanza alla nostra squadra. - continua - Un valdobbiadenese ha consegnato a un volontario della mia squadra la somma di 100 euro, specificando di utilizzare i soldi per acquistare quello che ci serve per la nostra attività. Nel male abbiamo capito che il nostro paese è davvero speciale”.

“I gruppi di antincendio boschivo e di Protezione civile si sono resi disponibili nel caso in cui dovessimo avere bisogno di una mano. - conclude il presidente Tessaro - Ho le lacrime agli occhi se penso a tutta la vicinanza che è arrivata dal nostro territorio ma anche da altre realtà come i Vigili del fuoco del Basso Feltrino o da Vittorio Veneto. Il mio telefono squilla tutto il giorno e le dimostrazioni di affetto arrivano di continuo. Oggi non ci fermiamo perché saremo presenti al Giro d’Italia per garantire la sicurezza del pubblico in una tappa piena di incognite a causa del Covid”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Avab di Valdobbiadene).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport