“Musica per dimenticare il terrorismo che ci circonda”: successo per la Rassegna corale del Coro Valdobbiadene

La musica come balsamo per le ferite dell’anima provocate dal Covid sembra essere la ricetta, utile per superare questo momento difficile per tutta la nazione, degli organizzatori della rassegna del Coro Valdobbiadene, che hanno proposto il concerto di ieri sera nella sala teatro “Nicolò Boccasino” di Valdobbiadene.

La rassegna corale, arrivata alla sesta edizione, si è svolta nel rispetto delle misure per il contrasto al Coronavirus e ha richiesto la prenotazione obbligatoria in considerazione del numero limitato dei posti a sedere.

Durante la serata si sono esibiti il Coro Valdobbiadene, diretto dal maestro Marco Dal Molin, e il Coro Col di Lana di Vittorio Veneto, diretto dalla maestra Sabrina Carraro.

L’evento non è stato annullato perché rispettoso degli ultimi provvedimenti emanati dal governo italiano per cercare di fermare questa nuova ondata di contagi da Covid-19.

Tanta la soddisfazione per la buona riuscita del concerto, per il quale sono arrivati diversi messaggi di apprezzamento come quello del consigliere regionale Tommaso Razzolini.

Voglia di condividere con il pubblico, ormai da troppo tempo lontano, una serata all’insegna della passione per il canto, questo quello che ha unito ieri sera a Valdobbiadene il Coro Valdobbiadene e il Coro Col di Lana - ha affermato Giorgia Falcade, assessore alla cultura di Valdobbiadene -. Il bisogno di guardare avanti e sentire il calore degli applausi, l’emozione di ritrovarsi, seppur con le dovute distanze, per sentir vivere il canto, perché, come dice qualcuno, senza pubblico la musica non ha vita”.

“Un grosso in bocca al lupo a quanti condividono questa passione - ha aggiunto l’assessore Falcade - e che in questi mesi hanno affrontato le difficoltà imposte da un mostro invisibile che non è riuscito, e mai riuscirà, a fermare la determinazione nel far sentire la propria voce”.

“Sono convinto che in questo momento difficile sia fondamentale offrire la possibilità di ascoltare un concerto - ha spiegato Marco Tasso, membro del Coro Valdobbiadene -, con il massimo rigore delle regole, lasciando spazio all’arte della musica per dimenticare il terrorismo che ci circonda”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport