Vazzola, bambino "rompe" il salvadanaio per dare un contributo: un piccolo grande gesto per le terapie intensive

Una bella storia di solidarietà quella che arriva oggi, mercoledì 15 aprile, da Vazzola. Lo ha annunciato il presidente della regione del Veneto Luca Zaia durante la consueta conferenza stampa delle 12 e 30. 

Davide è un bambino speciale di 9 anni - scrive la mamma sulla lettera recapitata al presidente - segue sempre le sue dirette ed è diventato per lui un punto di riferimento: non è preoccupato perché sa che se ascolta Luca Zaia e quindi rimanendo a casa non gli accadrà niente”.

Proprio assistendo a una conferenza stampa su Facebook, il ragazzo ha preso la decisione di donare tutto quello che aveva nel suo salvadanaio e di destinarlo alle terapie intensive per comprare le “macchinette”, che è come lui chiama i respiratori.

“Abbiamo contato le monetine - continua il genitore - erano 41 euro. Nella sua ingenuità ha chiesto di tenere un euro per comprare un chupa chupa, quindi abbiamo effettuato il bonifico di 40 euro".

“Per noi genitori non è facile gestire questa situazione - conclude la mamma - i bambini che a scuola hanno l'insegnante di sostegno ora sono scoperti. Per quanto gli insegnanti a distanza possano darci dei consigli ora tocca a noi fare da maestri, psicologi, animatori ecc. Inoltre questi bimbi hanno bisogno di una routine quotidiana che è stata inevitabilmente stravolta”.

Un esempio, quello di Davide, a dimostrare che la solidarietà non è una cifra ma un atto simbolico, che può assumere varie forme e proporzioni a seconda delle possibilità di ognuno.

(Fonte: Simone Masetto © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport