Presentata la nuova edizione della fiera dell'agricoltura Agrimont: si parte sabato 16 marzo con più di 140 espositori

"Buona Agrimont a tutti!": con queste parole si è conclusa ieri, mercoledì 13 marzo, la presentazione della 40esima edizione di Agrimont, l’autentica fiera dell'agricoltura legata alle attività di montagna ma non solo. Un appuntamento annuale, consolidato, che è diventato un punto di riferimento negli anni per un settore, il primario, dove la salvaguardia e la manutenzione dell’ambiente sono propedeutiche e funzionali alla crescita e allo sviluppo delle altre attività del territorio.

La presentazione della fiera, giunta al traguardo della quarantesima edizione, è avvenuta nella mattinata di mercoledì 13 marzo, alla sede dell’azienda agricola “La Terra delle Dolomiti” a Soverzene in provincia di Belluno. Ad introdurre la conferenza è stato Gian Angelo Bellati, presidente di Longarone Fiere Dolomiti, il quale ha ricordato: "Questa quarantesima edizione rappresenta un pezzo di storia importante del territorio delle Dolomiti e Longarone fa parte delle Dolomiti".

L’esposizione fieristica, che si terrà nei due fine settimana ovvero sabato 16 e domenica 17 marzo e da venerdì 22 a domenica 24 marzo 2019, si è affermata negli anni sia in termini di successo di pubblico, basti pensare agli oltre 24.000 visitatori della scorsa edizione, sia per il grande ventaglio di espositori, quest’anno più di 140 espositori diretti provenienti da 14 regioni italiane e da 13 paesi esteri. Confermata l’ampia rappresentazione delle principali aziende di prodotti, macchine agricole e attrezzature per l’agricoltura, ricordando i settori espositivi di zootecnica ma anche quelli legati alle attività forestali e silvicoltura, per arrivare poi ai settori di gestione ambientale, giardinaggio e apicoltura. In poche parole, tutto il mondo connesso al settore primario delle attività di montagna.

"In Agrimont particolare attenzione viene dedicato alla zootecnica, con rappresentazioni pratiche e operative per i ragazzi affinché capiscano cosa significa contatto con il mondo agricolo", aggiunge Bellati.

In rassegna le numerose aziende di prodotti e di attrezzature specifiche, e con la tradizionale esposizione delle razze bovine, equine, ovi-caprine e avicole organizzata dall’Associazione Regionale Allevatori del Veneto, con approfondimenti sulle politiche di agricoltura e allevamento, sull’alimentazione degli animali e la pastorizia transumante.

"Un territorio senza agricoltura non vive, non può esistere, l’agricoltura è la base della società", ha affermato Alessandro De Rocco, presidente di Coldiretti Belluno.

Presenti al polo fieristico di Longarone anche i prodotti agroalimentari tipici, caratteristici della montagna Veneta ma anche di altre regioni italiane, come il miele, il gelato, al quale è stata istituita da parte del Parlamento Europeo la Giornata europea del gelato artigianale giunta quest’anno alla settima ricorrenza.

Agrimont, non solo un programma espositivo incentrato e legato alle attività agricole ma anche un programma attento alle tematiche di stretta attualità, ambientali e culturali. Sarà quindi l’occasione della presentazione del libro “Vivere in pendenza” di Giannandrea Mencini ma anche sede di racconti ed esperienza da parte di chi in prima persona, allevatori e agricoltori, vivono il territorio tra “Orti e Stalle”.



(Fonte: Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport