Dalla Regione l'approvazione alla candidatura del Monte Grappa a Riserva della Biosfera Unesco

Il Consiglio Regionale del Veneto ha dato la propria approvazione nei confronti del progetto relativo all’ottenimento del riconoscimento MaB (Man and the Biosphere) Unesco per la biosfera del Monte Grappa.

È da qualche anno che gli agenti economici e sociali del territorio sono impegnati nello stilare il dossier, che rappresenta un’enorme possibilità di sviluppo, con molti vantaggi sia verso le imprese che verso il territorio, che potrebbe svelarsi in tutti i suoi valori d’eccellenza, finora conosciuti ma valorizzati soltanto in parte. Sarebbe così all’unanimità confermato che, secondo il Cna Veneto e il Consiglio Regionale, la biosfera del Monte Grappa e i territori nelle sue vicinanze rappresenterebbe un’altra risorsa a cavallo tra due province, quella di Treviso e di Vicenza.

Rappresentato dal presidente Alessandro Conte, il Cna del Veneto lascia la propria dichiarazione a proposito: «Il riconoscimento Unesco del Grappa porterà vantaggi economici alle imprese e ai cittadini di quel territorio e sarà certamente un ottimo volano di sviluppo. L’organismo che si occuperà della futura governance del Monte Grappa dovrà tenere conto del ruolo strategico delle piccole imprese e delle imprese artigiane che animano quel territorio e impegnarsi per la loro valorizzazione».

Come ribadito anche dal sindaco Mauro Migliorini nel corso della conferenza stampa organizzata dal Comune di Asolo la scorsa settimana per rendere pubblica la candidatura del proprio centro storico come Patrimonio dell’Umanità Unesco, questa missione resterà tra le priorità dei comuni coinvolti, Asolo compreso.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it)
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport