Veneto, oggi la Giornata mondiale senza tabacco: diminuita la percentuale di fumatori durante il lockdown

Si celebra oggi, domenica 31 maggio, la Giornata mondiale senza tabacco, giornata istituita per fornire, soprattutto ai giovanissimi, tutte le conoscenze e gli strumenti verso scelte di vita salutari e per scongiurare effetti nocivi alla salute: è ormai assodato, infatti, come la nicotina e i prodotti del tabacco aumentino il rischio di malattie cardiovascolari e polmonari.

Un tema che ha assunto una rilevanza maggiore in questo periodo, considerato come alcuni studi, secondo quanto riportato sul sito del Ministero della Salute, hanno rilevato che i fumatori possono essere più esposti al rischio di forme più gravi di Covid-19.

Stando ai dati forniti dall'Istituto Superiore della Sanità, nel corso del lockdown ci sarebbe stata una maggiore predilezione per l'utilizzo delle sigarette elettroniche, rispetto a quelle tradizionali, ma, a livello generale, sarebbe diminuito il numero di fumatori.

Il fumo, diffuso maggiormente nella fascia di età compresa tra i 20 e i 44 anni, sarebbe diminuito nel corso del periodo del lockdown, soprattutto tra le persone dai 35 ai 54 anni.

In generale, in Italia ci sarebbero stati 630 mila fumatori in meno, ovvero una diminuzione di 206 mila unità tra i giovani dai 18 ai 34 anni, di 270 mila tra gli adulti dai 35 ai 54 anni e di 150 mila dai 55 ai 74 anni.

Inoltre, circa il 3,5 percento dei fumatori avrebbe diminuito la quantità di sigarette fumate quotidianamente.

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Web).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport