Veneto, Donazzan: "Da Associated Press rivelazioni agghiaccianti, il Covid ha fatto perdere 400mila posti di lavoro"

L'assessore regionale al lavoro del Veneto e Responsabile Nazionale Lavoro e Crisi Aziendali di Fratelli d’Italia, Elena Donazzan (nella foto) ha commentato le rivelazioni di Associated Press circa i ritardi delle autorità cinesi nella gestione della pandemia: “Dall’inchiesta di A.P. emerge un quadro agghiacciante: la Cina, colpita dal covid-19 sin dalla fine dello scorso anno, avrebbe continuato a rassicurare per mesi l’Organizzazione Mondiale della Sanità circa la non pericolosità del virus per l’uomo. Dati a singhiozzo, ritardi anche nella divulgazione del genoma del virus: stando a queste rivelazioni, le autorità di Pechino avrebbero deliberatamente dichiarato per settimane il falso, mentendo sapendo di mentire”.

Più di 33mila morti in Italia, 380 mila in tutto il mondo, danni non quantificabili all’economia mondiale, una crisi economica che pagheremo per anni: se quanto appurato da Associated Press venisse confermato, avremmo potuto salvare migliaia di vite umane e limitare i danni all'economia qualora la Cina avesse promosso una comunicazione puntuale e trasparente” continua ancora Donazzan.

“Già a febbraio Giorgia Meloni aveva definito ‘inaccettabile l'assenza di informazioni che c'è stata a partire dal regime cinese’: un’assenza di informazioni ora certificata dagli esiti di questa inchiesta giornalistica" sottolinea.

"La Cina sta di fatto mistificando la realtà, come recentemente ribadito anche dal  senatore Adolfo Urso in occasione della presentazione del Rapporto della Fondazione Farefuturo su come la Cina agisce per sottomettere l’Italia, rilanciando la necessità di una vera Commissione internazionale d’Inchiesta, che possa agire in modo tempestivo anche sul territorio cinese per accertare tutte le responsabilità sull’origine e la gestione della crisi - conclude - il Covid è finora costato all'Italia 400 mila posti di lavoro: il governo si concentri ora nella tutela degli interessi nazionali e della nostra economia,  in particolare del settore più duramente colpito: il turismo, ‘petrolio’ d’Italia e prima industria del Veneto”.


(Fonte: Regione Veneto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport