Insalata, fresca e salutare. Ma quale scegliere?

L’insalata è da mangiare liberamente perché ipocalorica, ricca di acqua, sali minerali, fibre e completamente priva di grassi, è anche una risorsa, soprattutto durante la stagione calda, quando l’organismo ha bisogno maggior idratazione.

L’insalata ha tantissime proprietà nutritive, che cambiano in base alla tipologia che scegli; se è freschissima l‘insalata è una fonte indispensabile di potassio e sali minerali, che ti aiutano a reintegrare i nutrimenti persi.

Ma le insalate contengono molte vitamine, solitamente la A, la C, la E e la K, con qualche eccezione.

La gran parte delle insalate contiene una grande quantità di fibra, cosa che agevola la tua salute intestinale. Inoltre, la fibra ti permette di saziarti più a lungo, evitando gli attacchi di fame. La parte verde delle foglie è ricca di beta-carotene, precursore della vitamina A. Solitamente ne conta una quantità molto maggiore rispetto a quella bianca. Ma tra i tipi di insalata, quale scegliere?

Il Crescione fornisce 15 calorie per 100 grammi; ha sapore acidulo, piccante ed è ricco di antiossidanti e in erboristeria è utilizzato come depurativo, ricostituente e diuretico.

Poi il Dente di leone che fornisce 36 calorie per 100 grammi; detto Tarassaco, in primavera trasforma i prati in allegre distese gialle. Le sue foglie sono ricche di Vitamine B, C ed E e sono utilizzate come stimolanti della digestione, ma anche per e favorire il lavoro di fegato e cistifellea. Ha un’ottima azione drenante e depurativa sull’organismo.

L’Indivia belga fornisce 18 calorie per 100 grammi, molto apprezzata per il gusto amarognolo, contiene poche calorie, ma importanti vitamine come la A e la B. Inoltre, contiene eccellenti quantità di fibre insolubili, utilissime nei casi di stitichezza.

La Lattuga Lollo rosa fornisce 15 calorie per 100 grammi e tra i tipi di insalata, l’insalata rosa è quella più ricca di fibre, potassio e vitamine A e C, contiene moderate quantità di vitamine D, E, K, calcio, fosforo, magnesio e zolfo.

L’Insalata riccia che fornisce 10 calorie per 100 grammi; è ricca di pro-vitamina A e C e sali minerali quali potassio, ferro e fosforo. È generalmente consumata cruda, ma si può mangiare anche cotta.

L’Insalata romana che fornisce 15 calorie per 100 grammi e, fra i tipi di insalate, è quella che contiene una maggiore quantità di nutrienti: potassio, calcio, fosforo, magnesio, zolfo, vitamine A, C, D, E e K. Ha proprietà leggermente analgesiche e sedative.

La Misticanza fornisce fra 10 e 15 calorie per 100 grammi ed è un misto di verdure selvatiche, o “di campo”, che variano da stagione a stagione. Solitamente il mix è fatto da insalate come il tarassaco, la rucola, la valerianella, la pimpinella, l’acetosa, il cerfoglio. Ma nella misticanza puoi trovare anche il crescione, il finocchio selvatico, la malva e il levistico.

Gli Spinaci forniscono 24 calorie per 100 grammi, già apprezzati per la loro ricchezza di ferro, questa verdura è nota per essere alleata della vista, grazie all’elevato contenuto di luteina.

La Valeriana fornisce 33 calore per 100 grammi è nota anche come soncino o songino, valerianella, gallinella, dolcetta, grassagallina, formentino. È ricca di clorofilla, mucillagine, sali minerali e vitamine A, B e C. Ha inoltre proprietà rivitalizzanti, emollienti, lassative, diuretiche e depurative. Si consuma esclusivamente cruda in insalata, da sola o mista ad altri ingredienti.

A cura di Giorgio e Cinzia Myriam Calabrese – “Fondazione Campagna Amica / Coldiretti”


Total
1
Shares
Articoli correlati