Petizione degli Alpini per il servizio obbligatorio per i giovani. Donazzan: “Ce n’è bisogno per imparare il dovere prima dei diritti”

L’Associazione Nazionale Alpini ha lanciato una petizione sulla piattaforma change.org per il ripristino di un servizio obbligatorio per i giovani a favore della Patria.

“Da tempo chiediamo che venga reintrodotto un servizio obbligatorio per tutti i giovani, – affermano dall’ANA – per formarli nel campo della protezione civile, dell’ambiente e del servizio pubblico, con una formazione anche militare che contribuisca a creare una riserva impiegabile sul territorio nazionale, con esplicito richiamo all’articolo 52 della Costituzione (leggi il comunicato stampa integrale)”.

“Oggi più che mai c’è bisogno di un servizio obbligatorio e universale per i giovani, per imparare il dovere prima dei diritti, per non vedere scemare il buono che la cultura del servizio in Italia ha creato, in primis con le Associazioni d’Arma sempre pronte ad agire in caso di emergenze come dimostrato anche durante la pandemia. – commenta l’assessore regionale all’Istruzione del Veneto Elena Donazzan, che ha sottoscritto la petizione – Come Israele o come la Svizzera, qualche mese di servizio nelle forze armate o nel servizio civile per capire che si è parte della stessa comunità, anche maturando crediti formativi per i percorsi di studio o di lavoro successivi”.

La petizione, in un solo giorno, ha raggiunto e superato quota 1.000 sottoscrizioni.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
37
Shares
Articoli correlati