Vaccinazioni Covid in Veneto, dalla prossima settimana si apre alla fascia 40-49 anni. Zaia: “Non aspetteremo chi non si fa avanti”

Da lunedì la fascia 40-49 anni in Veneto potrà iniziare a prenotarsi per il vaccino contro il Covid-19: lo ha annunciato il presidente Luca Zaia nel consueto punto stampa dalla sede della Protezione civile della Regione Veneto.

Il governatore è fiducioso di poter chiudere le vaccinazioni per la fascia 50-59 anni con una buona performance, sopra il 65%, e ha detto che non si aspetteranno i cittadini che non vogliono farsi avanti.

In Veneto gli over 80 sono stati vaccinati per il 97%, la fascia 70-79 per l’82%, la fascia 60-69 è arrivata quasi al 70% mentre la fascia 50-59 anni dovrebbe arrivare al 65%.

“Noi non possiamo tenere slot liberi – ha spiegato Zaia – Considerate che abbiamo già un contingente per i vulnerabili e i fragili dove abbiamo degli slot liberi che non vengono aggrediti. Faccio appello ai cinquantenni, oggi vado a vaccinarmi, mi sono prenotato: se qualcuno sta ancora pensando quando prenotarsi lo faccia, perché vi avviso che da lunedì apriamo ai quarantenni e la partita è chiusa nel senso che poi ti puoi vaccinare ancora ma ti metti in coda con una popolazione di 742.052 persone”.

Il presidente ha spiegato che i cittadini quarantenni non dovranno farsi prendere dal panico e potranno fare le prenotazioni dalla prossima settimana fino ai primi di giugno.

Ieri si è arrivati al risultato di un milione di prenotazioni per il vaccino grazie al sito della Regione Veneto.

Rispetto al tema della modifica dei parametri per l’emergenza Covid, il presidente Luca Zaia ha detto che le Regioni si sono date ancora qualche giorno.

Anche nell’ultima riunione di questa mattina con i colleghi, il presidente della Regione Veneto ha ribadito che ormai siamo entrati in uno scenario nuovo di questa pandemia grazie alle vaccinazioni.

Per Zaia l’eventuale cittadino contagiato rappresenta una spia rispetto a una parte di popolazione e ora deve cambiare l’approccio rispetto all’indice dei contagi.

Il governatore del Veneto ha parlato di uno screening che potrebbe interessare delle classi di popolazione target, per esempio le commesse dei supermercati, le scuole o altri “luoghi sentinella”, per capire come sta circolando il virus.

Questa analisi, però, dovrebbe essere parametrata al numero degli abitanti nei diversi territori interessati dallo studio.

Questi i dati di oggi, mercoledì 12 maggio 2021, sull’emergenza Coronavirus nella Regione Veneto: 5.170.908 tamponi molecolari in totale, 27.433 test rapidi nelle ultime 24 ore, 45.039 tamponi in totale nelle ultime 24 ore, 493 positivi intercettati nelle ultime 24 ore, 418.637 positivi intercettati in Veneto dall’inizio dell’emergenza sanitaria, 17.635 positivi in questo momento, 1.117 ricoverati totali per Covid (41 in meno di ieri) di cui 138 terapie intensive Covid (10 in meno di ieri) e 979 ricoverati in area non critica (31 in meno di ieri), 279 pazienti non Covid in terapia intensiva, 11.460 morti in totale (18 morti in più di ieri) e 21.103 pazienti dimessi dagli ospedali.

La percentuale dei positivi al Covid-19 sui tamponi effettuati è dell’1,09 % e nelle ultime 24 ore in Veneto sono stati fatti 32 mila vaccini arrivando al numero totale di 2.120.414.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
19
Shares
Articoli correlati