Il maltempo si abbatte sul Vittoriese: danni ingenti nei centri di Sarmede e Cordignano (gallery)

Notte tremenda nel Vittoriese: decine di case e attività commerciali allagate nel centro del paese di Cordignano, a Villa di Villa, Santo Stefano di Pinidello e Sarmede, a causa della bomba d’acqua caduta dalle ore 23 alle 2.30 circa, che ha provocato l’esondazione di alcuni torrenti che passano attraverso i paesi.

Un disastro, tant’è che a Sarmede il sindaco Larry Pizzol ha aperto il Coc, il centro operativo comunale, per far fronte alle prime emergenze. Operai al lavoro con Protezione civile e Vigili del fuoco per tutta la notte.

Raffiche di vento fortissime, quasi una tromba d'aria, con pioggia insistente a Vittorio Veneto, dove diversi alberi e grossi rami di acacia, sono stati abbattuti sulle strade dal vento.

Particolarmente colpite via Galilei, ridotta ad un tappeto verde di ramaglie, via Pastore, via Vittorio Emanuele II e via Dante. In via Vittorio Emanuele è stato abbattuto dal vento un faggio proprio in prossimità dell’impianto semaforico davanti all’Istituto Antoniano, mentre un tiglio centenario a pochi metri, in via Dante è stato letteralmente piegato e poggia ora sul tetto dell’Istituto.

In giornata dovrà essere abbattuto dai Vigili del fuoco, e sarà necessario per questo bloccare la statale Alemagna per un tratto. Saranno approntate opportune deviazioni. Alberi a terra anche in via Pastore, dove i Vigili del fuoco hanno sgombrato in mattinata.

La peggiore situazione, di assoluta emergenza, a Cordignano, Villa di Villa e a Sarmede dove l'esondazione di alcuni torrenti di piccoli torrenti, i rui, hanno provocato l'abbattimento di muri e il cedimento di un tratto di pista ciclopedonale (nella foto sopra)  nel centro di Sarmede, di recente costruzione. L'acqua poi esondando è penetrata in diverse abitazioni e garage. I danni ingenti.

Sarmede Vigili del fuoco in paese
Gli operai dei Comuni interessati, con i sindaci Alessandro Biz e Pizzol sono stati al lavoro per tutta la notte con la Protezione civile, per liberare strade e corsi d’acqua, e anche in queste ore tutta la gente è al lavoro per liberare le proprie cantine e i propri garage dall'acqua e dal fango entrati dopo l'esondazione.

Critica la situazione anche in centro a Cordignano dove l’acqua del Ruio scendendo per via Rangoni ha allagato nella notte la piazza e tutte le abitazioni. La situazione è migliorata nella mattinata , ma i danni sono ingenti.

A Sarmede ha ceduto anche una porzione di muro di sostegno lungo la provinciale 151, prima di Rugolo, con abitazioni allagate e ingenti quantità di fango, acqua e detriti a coprire le strade comunali.

“C’è stata una bomba d’acqua, pioggia abbondantissima – ha fatto sapere il sindaco Larry Pizzol – dalle 23.15 all’una e 30. Stiamo lavorando per ripulire tutto”.

La situazione di emergenza del territorio ha visto coinvolti dalla mezzanotte una cinquantina di Vigili del fuoco provenienti da Vittorio Veneto, Conegliano e Treviso con i volonari di Gaiarine e Asolo.

I territori interessati come detto sono Sarmede, Cordignano, e Orsago. Già in nottata sono stati effettuati una trentina di interventi nelle abitazioni, per prosciugamenti di taverne, cantine e garage. Ma le richieste da evadere ancora sono ancora diverse decine.


(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata e Vigili del fuoco).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport