Vittorio Veneto, seconda edizione di "1000 libri", alla Rotonda di villa Papadopoli incontri con autori ed editori del territorio

Giunge alla sua seconda edizione “1000 libri, incontri con autori ed editori del territorio” con una grande novità: è stato infatti istituito il Premio Keneta (l’antico nome di Ceneda) 2019 , che ha lo scopo dichiarato di valorizzare la piccola editoria, ma anche i librai, gli scrittori locali con l’obiettivo di portare momenti di valorizzazione culturale del nostro territorio. L’appuntamento per questa seconda edizione dell’evento è per questo fine settimana, dal 24 al 26 maggio è alla Rotonda di villa Papadopoli (nella foto).

L’Associazione Zheneda, presieduta da Aldo Bianchi ringrazia gli autori, gli editori i librai che hanno partecipato alle segnalazioni letterarie.

Questo il programma delle tre giornate: venerdì 24 maggio 2019 si parte alle 18 con "Del segno, del racconto", una Mostra d’incisione a cura di Paola Alessandra Vacalebre dell’Associazione Perinciso.  

Alle 19 la presentazione della rassegna Letteraria e del Premio Keneta 2019, a ingresso libero, cui seguirà la cena con gli autori e con gli editori. Sabato 25 maggio 2019 alle 15 la presentazione degli atti del convegno realizzato nel 2016 dal titolo “Dalla preistoria all’alto medioevo” nell’antico Cenedese, a cura del gruppo Archeologico del Cenedese. Alle 16.30 la presentazione del progetto di “Recupero e valorizzazione delle lastre fotografiche dei Fondi Vittoriesi” a cura dello storico e ricercatore Franco Giuseppe Gobbato, socio del circolo vittoriese di ricerche storiche. Alla fine proiezione di un filmato di varie foto d’epoca. 

Non è finita: alle 18.30 altro tema importante con “Per quanto tempo ancora?”, una mostra a ingresso libero contro la violenza sulle donne a cura dell’ Università per la Formazione Continua Ippolito Pinto. Seguirà intervento del dottor Antonio Fojadelli, già Procuratore della Repubblica Treviso, e accompagnamento musicale con il violino del maestro Emanuele Bastanzetti. Si concluderà con un brindisi finale. 

Domenica 26 maggio 2019 alle 9.30 passeggiata archeologica con ritrovo sotto la Loggia del museo della Battaglia. Quindi verso San Rocco, monte Altare, San Paolo (In caso di mal tempo alla Rotonda Papadopoli ci sarà un incontro “Sui antichi veneti” stesso orario) a cura del gruppo Archeologico del Cenedese. Alle 17 è prevista la presentazione delle pubblicazioni, “Viaggio nella danza popolare in Italia” a cura di Nori Palombi, “Agordino in festa” di Donatella Vieri e Claudio Bernardi

Non mancheranno a seguire per concludere in bellezza balli popolari del territorio e musica dal vivo, e animazione. Infine a ingresso libero, alle 20.30 nella sala del Patronato Costantini Fiorentini l’apertura della serata sarà con la firma sul “Libro d’Onore” da parte di personalità del vittoriese come riconoscimento per l’attività svolta nel territorio. Quindi Giorgio Fornasier in concerto e la presentazione del libro autobiografico “Una vita scritta sul pentagramma”. La serata viene organizzata  in collaborazione dell’associazione Volontari di Solidarietà Onlus. 

“Tre giorni da ricordare – osserva il presidente Aldo Bianchi – alla Rassegna-Premio hanno aderito ben 12 autori e ne sono stati selezionati tre. Piuttosto vorrei mettere in evidenza la partecipazione di una serie di associazioni culturali della città, le più importanti,  che danno davvero prestigio a questa iniziativa e che sono utili per far crescere il livello di conoscenza storico culturale”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: facebook associazione Zheneda).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport