Vittorio Veneto, spaccio di droga, accumula quattro anni da scontare, ex calciatore arrestato dalla squadra mobile

È stato arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile, C. G. di 49 anni. Era stato rintracciato e fermato a Vittorio Veneto sabato scorso: deve espiare 4 anni, 6 mesi e 24 giorni comminati dal tribunale e derivanti da un cumulo di pene per sentenze emesse tra il 2012 e il 2018 e per reati che riguardano gli stupefacenti e la ricettazione.

Il condannato al termine dell'attività di rito è stato associato presso la casa Circondariale di Treviso a disposizione dell'Autorità giudiziaria. C.G. era già rimbalzato agli onori della cronaca nell’ambito di un’importate operazione antidroga denominata “Doppia Z”, condotta dalla sezione antidroga di questa Squadra Mobile, nel corso della quale fu smembrata un’organizzazione malavitosa che portò all’arresto di 6 pluripregiudicati, compreso proprio C.G., ex calciatore con trascorsi con Piacenza, Triestina, Olbia, Vibo Valentia e Mestre.

Un passato turbolento: già nel 2013, era finito nei guai per aver strattonato e colpito con un pugno un rivale in amore, in una storia che vedeva una ragazza contesa e un presunto tradimento. Ma anche anni prima risulta il coinvolgimento dell’ex calciatore in altre vicende legate allo spaccio di droga e anche alla spendita di monete false.

(Fonte: Questura di Treviso).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.