Vittorio Veneto, lavori e interventi su tutta la città, Fasan: "Daremo fondo a 400 mila euro per le risposte ai cittadini"

Comincia la stagione dei lavori, che nelle intenzioni dell’assessore ai Lavori Pubblici Bruno Fasan sono destinati a cambiare parzialmente il volto della città.

Soprattutto nei prossimi mesi quello notturno, con una serie di di centinaia di punti luce nuovi e che richiederà un capitolo a parte. Mentre sono in corso già interventi a macchia di leopardo con la Piave Servizi, da borgo al Ponte di San Giacomo, cui seguiranno via Venanzio Fortunato e via Cal dei Romani con il cambio di tubature dell’acquedotto dove è insufficiente e ammalorato.

Il tutto con le relative asfaltature e impianto di sottoservizi, ai quali sono interessate anche altre strade cittadine, come via Borgo Antiga e via Chiesa a Formeniga.

“Tutti lavori già programmati e annunciati da tempo che ora troveranno il loro compimento - assicura Fasan - e frutto della variazione e assestamento di bilancio già approvati da mesi per un investimento di 180 mila euro, mentre la Piave servizi interverrà per la sua parte”.

Nel frattempo è stata sistemata la copertura delle tribune dello stadio di calcio di via Buonarotti, e sono iniziati i lavori di rifacimento dei servizi per un importo di 30 mila euro: “Ogni giorno c’è un lavoro programmato secondo quanto preventivato. Dopo i primi interventi in via Rizzera, in ultimazione anche il campo da volley nel campus scolastico" conferma Fasan.

"Stiamo dando fondo - prosegue - alla variazione di 400 mila euro per dare le risposte ai piccoli lavori chiesti dai cittadini, ma ricordiamo che abbiamo davanti ancora quattro anni e passa. E con gli interventi maggiori, dove sono coinvolti Ferrovie, Piave servizi, Enel, Anas partiremo a breve".

"Intanto - conclude - ad aprile aprirà il traforo, entro giugno la strada di collegamento via Deganutti e via Val Larga con investimento di 500 mila euro. Per il campo da rugby siamo in attesa del finanziamento, e ansiosamente delle risposte del demanio militare, perché abbiamo idee sulle aree dell’aviocampo e della caserma Tandura di Costa, mentre sono 470 mila euro di contributo statale per la sistemazione delle piscine”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport