Vittorio Veneto, il capitano Giuseppe Agresti in Rai per promuovere l'Arma dei Carabinieri e il concorso di accesso

"Essere ufficiale dei carabinieri ed essere carabiniere significa essere un cittadino che vuole un futuro migliore per sè e per l'Italia e migliorare nel contempo la qualità della vita delle persone".

Così ha esordito questa mattina al Tgr regionale il giovane capitano e comandante della Compagnia carabinieri di Vittorio Veneto, Giuseppe Agresti, ospite della trasmissione di informazione mattutina per promuovere e spiegare come diventare carabiniere, proprio la "Professione carabiniere".

Un appello soprattutto ai giovani per accedere al concorso pubblico per esami, aperto per coloro che sono interessati dai 17 ai 22 anni, uscito sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 28 dicembre, e quindi per chi fosse interessato c'è tutto il tempo per poter prenderne visione.

L'ufficiale ha spiegato l'iter necessario, due anni all'Accademia militare di Modena e tre anni alla Scuola ufficiali carabinieri di Roma, al termine dei quali l'allievo, diventato ufficiale, oltre all'addestramento tecnico professionale consegue la laurea magistrale in Giurisprudenza.

Poi al termine del percorso di studi,  la "gavetta" con incarichi mai uguali e sempre in posti diversi, in Italia e all'estero, nei quali impara con il supporto di sofisticate attrezzature d'indagine e supporti tecnologici a combattere il crimine e garantire la sicurezza del territorio.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Rai Tgr).
#Qdpnews.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport