Vittorio Veneto, Benazzi in visita al nuovo Covid Hospital: riorganizzati i piani dell'ospedale

Il nuovo Covid hospital di Vittorio Veneto è stato visitato nella giornata di oggi, mercoledì 25 marzo, dal direttore generale dell'Ulss2 Francesco Benazzi, assieme al direttore dell'ospedale Michelangelo Salemi e ad alcuni professionisti che operano nel nosocomio.

L'annuncio della riconversione dell'ospedale vittoriese, totalmente incentrato sull'emergenza Coronavirus, era notizia dei giorni scorsi, quando era stato specificato come le attività clinico assistenziali, non legate all'emergenza stessa in corso, verranno momentaneamente sospese, mentre tutte le attività chirurgiche d'urgenza e il punto nascite saranno fin da ora concentrate a Conegliano.

Nel Covid hospital verranno progressivamente attivati 18 posti letto in Terapia intensiva, 20 in Pneumologia semintensiva e 200 alle Malattie infettive.

Attualmente nella struttura sono ricoverati 150 pazienti, di cui 120 in area medica, mentre 30 all'ospedale di comunità.

ulss 2 vittorio benazzi

La riconversione del nosocomio comporta l'intero piano terra dedicato alla Terapia intensiva e di rianimazione, mentre i piani superiori sono suddivisi in due ale differenti.

Al secondo piano è collocata l'attività ambulatoriale oncologica assieme al reparto di Medicina, che ricopre anche l'intero terzo piano.

Al quarto si trovano l'ospedale di comunità e il polo endoscopico e di Fisiopatologia respiratoria, mentre in entrambe le due ale del quinto e del settimo piano si trova il reparto di Medicina.

Reparto di Medicina collocato anche al sesto piano, assieme alla Terapia semintensiva.

Come aveva spiegato in precedenza lo stesso Benazzi, la riconversione dell'ospedale serve a "concentrare al meglio le risorse, sia umane che strutturali, per garantire la massima assistenza ai pazienti Covid-19 positivi dell'area nord della provincia, che necessitano di ricovero".

I dati odierni forniti dall'Azienda zero indicano come ammontino a circa 6.442 i casi di contagio, di cui 4.022 si trovano in isolamento domiciliare, mentre 1.723 sono ricoverati negli ospedali del Veneto (316 in Terapia intensiva).

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Ulss 2 Marca Trevigiana).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport