Vittorio Veneto, Alì fa sentire la sua presenza in città: cinquemila pasti donati al Comune per le famiglie bisognose

Cinquemila pasti non sono proprio una bazzecola ma Alì Supermercati, l’azienda veneta della grande distribuzione che dalla scorsa estate è proprietaria dell’area ex Carnielli, in attesa di avviare gli interventi, ha consegnato questa mattina, venerdì 29 maggio 2020, al comune di Vittorio Veneto un quantitativo di prodotti alimentari sufficiente a preparare 5.000 pasti che verranno destinati a chi, in questo momento, ne ha più bisogno.

“Ringrazio il gruppo Alì per lo spontaneo gesto di solidarietà compiuto a favore della nostra città - ha spiegato il sindaco Antonio Miatto - e i prodotti offerti andranno alle famiglie di Vittorio Veneto alla quali la crisi economica di questo periodo sta facendo vivere momenti difficili”.

A curare la distribuzione saranno gli uffici guidati dall’assessore al sociale Antonella Caldart.

Gianni Canella, vicepresidente di Alì, a tal proposito ha dichiarato: “In questo delicato periodo in cui l’emergenza sanitaria si è tramutata in un’emergenza anche sociale ed economica abbiamo sentito il dovere dare un aiuto alle famiglie in difficoltà. A Vittorio Veneto non abbiamo ancora un negozio, ma abbiamo voluto dare comunque il nostro sostegno alla comunità”.

L’azienda veneta non è nuova a queste iniziative: nei mesi di emergenza, ha avviato la "Spesa Solidale", una raccolta fondi con i punti della sua carta fedeltà, che ha già permesso di consegnare 300mila euro alla Protezione Civile del Veneto, dell’Emilia Romagna ed alla Federazione dei Medici di Famiglia, 500 mila mascherine alla Regione Veneto, un milione di euro donato all’Ospedale di Padova, e molto altro fino all’ultimo milione di euro destinato a tutti i 4.000 collaboratori Alì che hanno lavorato in prima linea per garantire l’accesso ai beni di prima necessità a tutti i clienti.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport