Da Rinascita Civica-Partecipare Vittorio sfida a Comune e Cesana: "Dite la verità ai genitori dell'asilo di San Giacomo"

Per l’asilo di San Giacomo riesplode la polemica: Rinascita Civica Partecipare Vittorio deplora il rimpallo di responsabilità a cui si è assistito e come Davide di fronte a Golia lancia la sfida a Comune e Cesana Malanotti: “Seppellite l’ascia di guerra e avviate al più presto l'intervento di ristrutturazione dell’asilo di San Giacomo di Veglia”.

Un appello alla luce di quanto dichiarato dai tecnici che hanno redatto la perizia, i quali sostengono che: "l'edificio scolastico ricade all'interno di quegli immobili dove rapporto costi/benefici per un miglioramento/adeguamento sismico sia favorevole ed economicamente vantaggioso".

In un volantino che sarà diffuso in migliaia di copie tra i cittadini il gruppo di minoranza con i consiglieri comunali Alessandro De Bastiani e Mirella Balliana invitano le istituzioni a venire allo scoperto sulla situazione che si è creata: “Stiamo sfiorando l'assurdo: i soggetti direttamente coinvolti nella gestione dell’immobile - accusano - invece di occuparsi dell’urgente ristrutturazione dell’edificio, sembra stiano giocando una partita a Risiko sulle teste dei bambini. E’ deplorevole il rimpallo di responsabilità tra i vertici del Comune e del Cesana che leggiamo nei comunicati fatti alla stampa”.

kinesiostudio nuovo

Da una parte il Cesana che dichiara di non avere la disponibilità economica per fare l'intervento di adeguamento sismico dell’importo presunto di 200 mila euro: “Ma solo pochi mesi fa - dice De Bastiani - voleva ristrutturare Villa Papadopoli e Ca Mocenigo per ospitare 200 anziani investendo milioni di euro”, e dall’altra il Comune dichiara di non poter fare i lavori su una proprietà non sua.

“Però - si sostiene nel volantino - esiste una convenzione firmata dalla amministrazione Tonon in cui si dice che tutti i lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione sull'asilo spettano al comune. Bene: crediamo sia il momento di dire tutta la verità ai genitori dei bambini di San Giacomo. Dicano se la perizia sismica è stata richiesta anche per tutte la altre scuole della città e se è stata fatta per lo stabile dove il Sindaco intende spostare le classi della materna di San Giacomo”.

Per i consiglieri di Rinascita civica Partecipare Vittorio si devono fare chiarimenti: “Altrimenti le illazioni che girano in città, con cui si sospetta che il fine ultimo sia quello di spostare la scuola per risolvere il contenzioso sul nuovo vigneto piantumato nell'adiacente campo, avranno ragione di esistere. In questo momento la priorità è quella di recare il minor disagio possibile alle famiglie ed ai bambini della scuola di San Giacomo”.

E per questo è stato chiesto al presidente del Consiglio comunale Paolo Santantonio di portare il problema nel prossimo Consiglio Comunale per cercare di trovare tutti assieme un’adeguata soluzione.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport