Spazio alle voci della natura di Vittorio Veneto, il progetto Evo di Alberto Braido alla ricerca del "clean" sound



La musica riesce a raccontare e ad esprimere ciò che ci circonda e per gli artisti è il mezzo ideale per trasmettere le proprie emozioni.

E' il caso di Alberto Braido, giovane vittoriese che, da poco, è partito con un progetto particolare da solista: Evo.

kinesiostudio nuovo

Alberto, membro della band locale dei Mir, nel 2020 è partito con un project di natura 2 step garage in cui vengono evidenziati i sound del proprio paese durante il periodo del lockdown, dando quindi grande importanza alla voce della natura.

"E' un modo alternativo per raccontare questo periodo - spiega - attraverso lo sviuppo del suono e della ricerca della parola".

11

"Ho preso ispirazione da un'attività di soundscaping fatta nel mio quartiere - afferma -. Armato di cellulare, ho registrato i "suoni" della natura, tornati in "auge" con lo stop forzato".

Una ricerca di equilibrio sia nella persona che in tutto quello che ci circonda secondo Alberto: "Si tratta di un ordine che permette di costruire basi solide dalle quali poter partire per realizzare tracks originali e "pulite"".

Immagine

Il territorio è parte fondamentale nei pezzi del giovane vittoriese, sorpattutto il suo paese: "Vivo in una città che mi piace, seguo giorno dopo giorno i suoi sviluppi a livello paesaggistico, di consapevolezza e senso civico".

Alla ricerca dunque di spot prospettici per creare una connessione tra diversi elementi: "Sulla base musicale tutto trova forma come sfumature, colori, espressioni e metodi di realizzazione ed esecuzione - conclude Alberto -. La mia musica è un ascolto attivo nei confronti del mondo interiore e di tutto quello che ci circonda. Attraverso i miei brani riesco a trasmettere la mia poetica e l'emozionalità che possiedo".


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 







Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport