Vittorio Veneto, dalla Commissione pari opportunità un questionario: “Come è stato vissuto il lockdown in città”

Un questionario sul periodo di lockdown alle famiglie vittoriesi, per capire come lo hanno vissuto e che risposte si sono date. È l’iniziativa della Commissione pari opportunità, Cpo, vittoriese che martedì scorso hanno incontrato alcuni operatori del territorio per porre le basi sul progetto di indagine e percorso di empowerment, autoconsapevolezza della persona avanzato e promosso dalla Commissione.

Sono intervenuti rappresentanti del Comune, tra cui assistente sociale, centro antiviolenza e sportello famiglia, e alcuni esperti del settore.

Il gruppo di lavoro, così formato, proporrà alle famiglie del territorio con figli di età 0-14 anni un questionario di indagine preliminare circa il periodo di lockdown appena trascorso, proprio con l'intento di indagare sulle esperienze e sulle risposte che le famiglie si sono date.

kinesiostudio nuovo

L'empowerment rappresenta un processo di crescita della persona sulla base della consapevolezza di sé e del potenziamento delle proprie risorse. Il questionario rappresenta uno strumento che servirà a perfezionare un percorso fatto di incontri e corsi volti all'auto-potenziamento delle persone, anche a partire dalle esperienze di chi ha saputo trovare dei risvolti virtuosi”, spiega la Commissione in una nota.

L'importante è anche capire quale sia stata la narrazione che le persone si sono date, se di un trauma o di un'opportunità. L'analisi ci permetterà di evidenziare anche eventuali situazioni di sofferenza e violenza che si sono create o che sono peggiorate, laddove già esistenti, in fase di lockdown”.

“Vogliamo invitare le persone - spiegano i componenti della commissione - a fare il punto su quanto vissuto durante il lockdown, per proporre al territorio un percorso focalizzato sulla possibilità di potenziamento della persona. Inoltre, tanti sono gli esempi raccolti di persone che si sono reinventate, e desideriamo sorreggerle: anche se ormai prese dal ritorno alla routine, vogliamo aiutarle a non mollare quanto fatto durante il lockdown, sia in termini personali di auto-realizzazione sia famigliari e sociali, fornendo loro gli strumenti utili per far detonare quel potenziale, perché del positivo c'è stato e può continuare ad esserci”.

I prossimi passi del progetto si attendono per l'autunno, con il via alla somministrazione del questionario attraverso gli istituti scolastici del territorio.

 

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Cpo Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport