Ultimi sopralluoghi dell'Amministrazione con Demanio e Ministero della Difesa, caserme e aerocampo alla comunità

Comune, Demanio, Ministero della Difesa, probabilmente già nelle prossime ci saranno novità determinanti - e ufficiali - sulla valorizzazione e utilizzo delle strutture militari vittoriesi abbandonate, e per la definizione dei contenuti del protocollo di intesa iniziato nel 2014.

Da luglio 2019 il sindaco Antonio Miatto e l’assessore Ennio Antiga hanno ripreso in mano il problema, dopo le premesse che potevano essere di utilità per la vita culturale e sportiva della città.

In ballo stando ai primi accordi c’è lo scambio tra la caserma Maronese di via Boni, quella dei carabinieri (in foto) con buona parte della caserma Gotti e l’aerocampo di San Giacomo di Veglia, e la trasformazione del resto in residenziale, per un rientro economico del Demanio. Negli ultimi tempi vi era compreso anche il rifugio antiaereo di Villa Papadapoli.

kinesiostudio nuovo

Che non si tratti più ora di contatti interlocutori, si è avuto una prova nel corso della mattinata, quando alcuni amministratori guidati dal sindaco Miatto e tecnici dei ministeri e i vertici dell’agenzia del Demanio, sono stati notati mentre stavano effettuato diversi sopralluoghi sui beni militari dismessi, oggetto degli accordi. Si metterà presto nero su bianco, ma i dettagli e le linee guida dello scambio saranno resi noti in un comunicato o incontro con la stampa congiunti. In ballo ci sono beni che valgono milioni di euro e quindi si stanno valutando tutti i termini.

Non si sbilancia il sindaco Miatto: “A tempo debito si saprà tutto. Come ho avuto modo di dire ancora chiaramente non si prende nulla a scatola chiusa. Abbiamo verificato la compatibilità delle richieste di trasformazione con il nostro piano, visto che è in gestazione anche il Pat, non ci sono più richieste da vagliare e ora passeremo alla semplice esecuzione dei dovuti passaggi burocratici. Siamo al dunque e a raccogliere i frutti dell’impegno e delle decine di incontri che abbiamo fatto. Il tutto per ottenere il massimo utile per la città”.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport