Vittorio Veneto, sport alla caserma Gotti e supermercato all'ex Carnielli: nuove destinazioni d'uso per aree dismesse

 

 

Le aree dismesse nella città di Vittorio Veneto vedranno in futuro una nuova destinazione d'uso.

Tutto ciò a partire dalla caserma "Enrico Gotti" in via Dante, chiusa da più di sei anni, al centro di un accordo tra Comune, Ministero della Difesa e Agenzia del demanio.

"Questo accordo fa acquisire al Comune l'aerocampo di San Giacomo, uno spazio di 88 mila metri quadrati e una parte della stessa caserma Gotti - ha spiegato il sindaco Antonio Miatto - Si tratta di un'acquisizione importante, collocata in centro città, che per noi assume una grande valenza".

"Lo spazio non avrà un indirizzo commerciale e nemmeno uno sfruttamento edilizio - ha proseguito il primo cittadino - ma sarà a disposizione della città, come l'area di San Giacomo che avrà un uso sportivo. Saranno spazi a servizio della città, per i quali lavoreremo di fantasia per un'equa soluzione, qualcosa che possa autosostentarsi a livello manutentivo: ora, però, siamo impegnati con la parte burocratica che si concluderà entro il mese di settembre".

Ma a proposito di aree dismesse, c'è anche il caso dell'ex area Carnielli, che vedrà la realizzazione di un supermercato in centro e di un'area verde.

"Si tratta di una zona molto degradata, con il terreno sottostante che risultava inquinato, dove era stato fatto largo uso di amianto - ha dichiarato Miatto - Siamo a buon punto nelle opere di pulizia e sorgerà così un supermercato in centro, mentre l'area restante offrirà un servizio ludico-creativo alla città".

"Entro la fine dell'estate prossima avremo terminato con la bonifica, mentre nel caso della caserma Gotti e dell'aerocampo abbiamo una certa fretta - ha concluso il primo cittadino - Cercheremo di fare presto. Ora siamo in fase di acquisizione del bene".

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport