Asilo San Giacomo, l'appello di Rinascita Civica: "Se i bimbi rimangono convenzione per la loro tutela"

Se i bimbi restano a San Giacomo, via alla convenzione con la proprietà del vigneto”: si è fatto subito sentire il gruppo consiliare di minoranza Rinascita Civica Partecipare Vittorio, dopo le notizia apparse a seguito dell’incontro tra il sindaco Antonio Miatto e i genitori dei bambini iscritti alla scuola materna di San Giacomo di Veglia, l’asilo del vigneto.

“Ci riferiamo all'ipotesi di salvaguardare la continuità operativa dell'Asilo in via San Fermo ed al tempo stesso di procedere all'adeguamento sismico dell'edificio, in sinergia con il proprietario dell'immobile (ossia l'Ipab Cesana Malanotti), rinunciando quindi all'ipotesi di trasferimento temporaneo delle attività presso l'Istituto Antoniano - dicono Mirella Balliana ed Enrico Padoan -. Ora non ci interessa festeggiare le retromarce e sottolineare gli errori del Sindaco, che affermava che "io mio figlio lì dentro non lo metterei", dichiarazioni certo dettate da genuine preoccupazioni, ma che scoraggiavano ulteriormente future iscrizioni. Però plaudiamo con spirito pragmatico e nella tutela dell'interesse pubblico e sociale, ad ogni soluzione che salvaguardi la sicurezza dei bambini ed il mantenimento del servizio a beneficio della comunità di San Giacomo”.

Per Rinascita Civica ora è doveroso continuare a porre l'attenzione sulla questione dell'Asilo, rilevando un paio di aspetti: “Che il sindaco comunichi chiaramente i dettagli relativi alla soluzione cui si è giunti insieme al Cesana Malanotti e dato che la scuola potrebbe riaprire è giunto il momento di tirare fuori dal cassetto convenzione oramai "pronta", che il sindaco ha annunciato un mese fa, visionarla, discuterla, e "somministrarla" (sic), nell'esclusivo interesse della salute dei bambini e dei residenti”.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport