Vittorio Veneto, da zero a 5 casi di positività al Covid in città. Colpiti i giovani, due a Cappella Maggiore

La nuova frontiera del Covid, positivi e asintomatici, sfonda ancora sul territorio vittoriese: in particolare a Cappella Maggiore dove il sindaco ha annunciato nei giorni scorsi due casi di positività, già in isolamento domestico, ma soprattutto la preoccupazione ritorna in città, dopo che il sindaco Antonio Miatto ieri sera, venerdì 7 agosto, in apertura della seconda tornata del consiglio comunale ha annunciato nelle comunicazioni la presenza di cinque nuovi casi di positività al coronavirus, asintomatici, ma soprattutto, e sta qui la preoccupazione, giovani per la maggioranza: tre sono sotto i 30 anni, gli altri due sotto i 60.

Un chiaro segnale che il virus non attacca solo gli anziani e che la condizione di asintomaticità lo rende ancora più pericoloso. Il sindaco per questo ha effettuato un richiamo a tutta la cittadinanza, di tenere alta l’attenzione proprio perché il fenomeno per quanto modesto nei numeri e nei sintomi rimane pur sempre presente.

Non abbassare la guardia, distanziamento, mascherina e lavaggio delle mani devono essere le linee guida da rispettare, soprattutto evitare gli assembramenti e portare la mascherina nei luoghi chiusi, accortezza che non sempre viene rispettata nei locali pubblici della città, e che come si vede rappresenta un rischio da evitare.

Dato per certo che l’emergenza non è finita, ammoniscono i primi cittadini, con opportuni accorgimenti potrebbe essere comunque facilmente controllata.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport