Vittorio Veneto, opere del Centenario rimosse da un anno, mozione in consiglio per trovare una collocazione

Si preannuncia una pioggia di mozioni per il prossimo consiglio comunale e Rinascita Civica per ora detiene il record di argomenti presentati all'attenzione dell'assemblea comunale.

L'ultima mozione è stata presentata oggi e riguarda le opere del Centenario rimosse come dice il titolo: "Destino delle opere d'arte contemporanea del Centenario"

Si tratta del famoso percorso artistico con 13 opere realizzate da altrettanti giovani artisti internazionali, da cui al termine dell'anno del Centenraio per diversi motivi una parte delle opere d'arte è stata rimossa dalla collocazione ove erano state originariamente collocate.

"E ad oggi - scrivono nella mozione i consiglieri comunali di Rinascita Civica - esclusa una opera concepita fin dall'origine per dissolversi per consunzione dei materiali, sono conservate alcune nei magazzini comunali, come ricordato dall'assessore competente, altre in luoghinon accessibili al pubblico".

Sotto la lente la rimozione giusto un anno fa di quella più appariscente "Untitled", il cartello in ferro bucherellato appeso sotto l'arco austriaco di piazza Flaminio. E la mozione parte proprio dal primo anniversario della rimozione, facendo presente che gli assessori Uliana e Fasan avevano comunque annunciato che le opere avrebbero avuto una collocazione idonea.

"Considerato - scrive Rinascita - che le opere dovevano diventare testimonianza e memoria della ricorrenza del centenario, che sono costate 10 mila euro cadauna, che nei magazzini comunali giace un'altra opera d'arte, dell'artista friulano Nane Zavagno, anch'essa costata circa 10 mila euro e che da alcuni anni non è più esposta al pubblico, e che ad oggi non è ancora dato di sapere cosa concretamente l' Amministrazione comunale abbia in animo di fare per dar corpo alle dichiarazioni fino ad ora avanzate" nella mozione si chiede al consiglio comunale "di impegnare l'Amministrazione comunale a formulare una proposta operativa finalizzata alla valorizzazione espositiva delle opere d'arte contemporanea realizzate nel 2018, entro tre mesi dall'approvazione della mozione".


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Rinascita Civica).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport