Vittorio Veneto “si impone” con eleganza come “Città della Musica”: successo per il “Concerto in giardino”

“Non volevamo arrenderci al Covid e abbiamo deciso di organizzare anche quest’anno, nel rispetto delle misure imposte dall’emergenza epidemiologica, un concerto in casa nostra”: con queste parole Antonio Fojadelli, responsabile della Direzione distrettuale antimafia dal ‘92 al ’97 ed ex procuratore di Treviso, ha voluto introdurre il “Concerto in giardino”, ospitato ieri sera in Casa Torres Fojadelli a Vittorio Veneto.

Ad esibirsi davanti ad un pubblico di appassionati il duo composto da Emanuele Bastanzetti al violino e Giuseppe Barutti al violoncello.

Il vittoriese Bastanzetti ha ottenuto il titolo di Bachelor of Music, conseguito alla Royal Academy of Music di Londra, e ha fatto parte dell’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli e dell’Orchestra del Teatro Bellini di Catania.

Il giovane Emanuele Bastanzetti è considerato un interprete di grande maturità tecnica e di raffinata sensibilità.

Vittorio veneto musica2

Giuseppe Barutti, veneziano, appena ventenne ha ottenuto il ruolo di primo violoncello al Gran Teatro la Fenice di Venezia e in seguito è stato invitato a collaborare con le più prestigiose formazioni sinfoniche italiane.

Ha fatto parte di vari gruppi musicali tra cui i Solisti Veneti, l’orchestra fondata a Padova nel 1959 dal maestro Claudio Scimone.

Barutti è considerato uno dei maggiori talenti per l’alta qualità della sua interpretazione e l’unicità della voce conferita al suo strumento.

Durante la serata, molto apprezzata dal pubblico presente, sono stati proposti dei brani di Niccolò Paganini, Fritz Kreisler, Eugène Ysaÿe, Johann Sebastian Bach, Giuseppe Tartini e Johan Halvorsen.

Con appuntamenti come quello di ieri sera, la città di Vittorio Veneto dimostra di essere capace di “imporsi” con eleganza come “Città della Musica”, ospitando importanti eventi musicali grazie alla sinergia e all’impegno del soggetto pubblico e dei privati.

“Mi fa molto piacere che, in una città che sta valorizzando sempre di più la sua vocazione di “Città della Musica”, questa sensibilità musicale faccia sì che dei privati aprano le loro dimore per fare dei concerti all’interno delle loro case o dei loro parchi. - ha affermato Antonella Uliana, assessore alla cultura del Comune di Vittorio Veneto - Questo dimostra che l’idea di valorizzare Vittorio Veneto come 'Città della Musica' è sentita anche dai cittadini”.

“Emanuele Bastanzetti, uno dei protagonisti di questo concerto, è un giovane di Vittorio Veneto che si è affermato nel tempo con il nostro Concorso di Violino che abbiamo deciso di confermare nonostante l’emergenza Coronavirus. - conclude - Quest’anno abbiamo deciso coraggiosamente di ripartire con il Concorso di Violino per un’edizione europea. Abbiamo già delle iscrizioni con giovani violinisti che verranno dalla Spagna, dalla Francia e dalla Germania. Ovviamente incrociamo le dita e speriamo che il Covid non ci fermi. Il concorso si terrà la prima settimana di dicembre”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport