Colle Umberto, dalle idee di un gruppo di volontari nasce Radio Caldaia, sarà la web radio della comunità: “Un progetto per avvicinare le generazioni”

L’annuncio del conteggio alla rovescia sulle pagine Facebook del paese ha incuriosito, ma è ufficiale: la comunità di Colle Umberto avrà da domani, giovedì 28 ottobre, con microfoni accesi dalle 20.30 una radio Web tutta sua dal nome piuttosto particolare: Radio Caldaia, sulla cui origine c’è un velo di ironico riserbo, probabilmente un toponimo, il luogo dove è nata l’idea.

L’obiettivo è scaldare gli animi con un progetto che vuole allacciare e riallacciare i fili fra le persone della comunità e prevede la compartecipazione e il coinvolgimento di associazioni, band musicali, scuole, bambini, adulti e anziani attraverso il mondo della radio.

I protagonisti? Un gruppo di volontari nato nel 2020. Anche i nomi degli speaker sono in tema con il nome della radio, e assicurano: “Frizzanti, allegre, spensierate, culturali… Questi alcuni aggettivi con cui potremmo descrivere le trasmissioni radiofoniche ideate dai colleumbertesi e che usciranno nel web tra poche ore”.

Sarà, nelle intenzioni dello staff che si è lanciato in questa avventura, una Web Radio che offrirà a tutti la possibilità di essere protagonisti con contributi, canzoni e musiche originali, interviste, racconti.

“Ospiteremo gruppi musicali, ragazzi, giovani e anziani, chiunque voglia mettersi in gioco. Potranno registrare una barzelletta, una rubrica o parlare in diretta, sfidando così la propria timidezza”, queste le parole di “Alfredo Dal Caldo”, il giovane speaker che sta preparando il “carbone” per la prossima accensione.

Insomma “tutti possono contribuire: basta trovarsi un argomento e un soprannome! La magia della radio farà il resto” dice la speaker Rita Maia. che sta scaldando la voce… e le “bronze”!

Uno dei protagonisti delle trasmissioni sarà sicuramente il giovanissimo Michelinoceras, super esperto dei “poteri bestiali” degli animali. Con lui ai microfoni anche il prof. Barbetta, grande appassionato di storia per non parlare di Prudenzio Grattoni con le sue bizzarre previsioni metereologiche. Un mix variegato di nuovi e vecchi talenti.

“Appoggio e plaudo questa iniziativa, molto seria anche se pensata per divertire e appassionare – commenta il sindaco Sebastiano Coletti – si propone di saldare i piccoli con i più grandi. Ci sono possibilità infinite di lavorare insieme e creare uno spazio comune di scambio intergenerazionale. Potrebbe essere occasione di didattica, raccontare le piccole e grandi storie del nostro Comune. Auguro che questo fermento porti davvero a qualcosa di maggiore. Ci sono stati interessamenti importanti, incuriositi dalla proposta, quindi auguro davvero lunga vita a Radio Caldaia”.

(Foto: web).
#Qdpnews.it

Total
34
Shares
Articoli correlati