Via il cellulare e palla in mano: ad Asolo riparte lo “Spazio ai giovani” per ragazzi dai 14 ai 19 anni

Hanno dai 14 ai 19 anni, hanno appena vissuto un anno e mezzo di socialità a singhiozzo e non vedono l’ora di tornare a passare del tempo con i loro coetanei: è questa la generazione a cui si rivolge lo “Spazio ai Giovani” dell’assessorato alle politiche sociali di Asolo, che lo scorso sabato pomeriggio ha organizzato un torneo di pallavolo e uno di basket in quello stesso campo che loro stessi avevano ripulito qualche tempo fa.

A Casella d’Asolo si sono riuniti 16 ragazzi e ragazze, che si sono sfidati dividendosi in 5 squadre: in palio alcuni gadget offerti dalla Pro Loco di Asolo. Non tutti si conoscevano tra loro e, proprio per questo, col cellulare lasciato in un angolo e la palla in mano, gli organizzatori, tra i quali la Cooperativa Kirikù (progetto “Salto in Altro”), ritengono che questo primo appuntamento sia stato un successo. D’ora in poi, promettono i responsabili dell’iniziativa, lo Spazio ai Giovani continuerà a proporre incontri off-line, nel mondo reale.

“Durante lo scorso anno “Spazio ai giovani”, ha visto la partecipazione online dei ragazzi che non potevano incontrarsi di persona causa pandemia. Quest’anno arricchiremo questo progetto di esperienze, di uscite e di incontri di persona. Per riscoprire la socialità in presenza e accompagnare i ragazzi verso il ritorno alla normalità – spiega l’assessore Andrea Canil – sottolineo anche come questo progetto vada a coprire una fascia di età che normalmente è scoperta da progettualità, ma che risulta molto colpita da questi due anni di isolamento sociale”.

“L’idea di “Spazio ai giovani” nasce dall’aver condiviso con alcuni ragazzi un’esperienza insieme ed è quello che vogliamo continuare a proporre – commenta l’educatrice Costanza Crema – momenti di divertimento e scoperta che portino i ragazzi a sperimentarsi in nuove attività”.  

(Foto: comune di Asolo).
#Qdpnews.it

Total
20
Shares
Articoli correlati