“Cambio d’abito” per la Zoppas Arena: dal 1° giugno il palasport diventa una discoteca cittadina. “Vogliamo dargli una veste da Discoclub”

La Zoppas Arena di Conegliano cambia letteralmente veste: dopo la sua nascita come palazzetto dello sport, aveva poi ospitato uno dei principali Covid point dell’azienda sanitaria Ulss 2 nel corso della pandemia. 

Ora, a partire dal 1° giugno, diverrà la “Zoppas Disco Arena”, un marchio che è già apparso su Instagram, svelando la collaborazione tra la discoteca Diamantik di Gaiarine, il Micasa di San Vendemiano e la K.Events.

Il 1° giugno sarà l’evento di lancio dell’iniziativa, con l’ospitata del rapper Shiva e lo Schiuma party, con “il cannone della schiuma più grande d’Europa”: un evento che aprirà i cancelli a partire dalle 18, per poi proseguire fino alle 2.

Una vera e propria discoteca cittadina, raggiungibile tramite un servizio di bus navetta che a Conegliano porterà gente dalle zone di Pordenone, Sacile, Brugnera, Gaiarine, Oderzo, Treviso, Villorba, Spresiano, Ponte della Priula, Pieve di Soligo, Tarzo e Vittorio Veneto. Nel frattempo, sono già state rese note tutte le informazioni relative alle prevendite per accedere all’evento.

Un’iniziativa che giunge dopo due anni di pandemia, dove anche il settore delle discoteche e dei locali di intrattenimento ha spesso lanciato un grido di allarme per la situazione di difficoltà vissuta da tutto il comparto.

“Ci auguriamo che sia un progetto a lungo termine, perché ci piace vedere le cose con un po’ di lungimiranza – è la premessa fatta da Mattia Venerandi, proprietario della discoteca Diamantik di Gaiarine – Il tutto nasce un po’ di ‘necessità-virtù’, perché fronteggiando questa esperienza del Covid dal punto di vista della gestione dei locali notturni abbiamo pensato che la parte di intrattenimento per un pubblico giovane, che ha vissuto in maniera ‘reclusa’ questi due anni, avesse bisogno di uno spazio che fosse grande e capiente, per poter dare quel senso di sicurezza e apertura a qualche centinaio di persone (se riusciamo anche a un paio di migliaia di persone)”.

La Zoppas Arena è una location che è stata di richiamo per molto tempo con dei grandi concerti, oltre che dal punto di vista sportivo, ed è molto iconica nella nostra zona – ha proseguito -. Ci piacerebbe che prendesse anche una direzione apprezzata dal punto di vista dell’intrattenimento, per dare lustro alla zona di Conegliano e limitrofi, diventando un polo attrattivo con figure di cantanti e dello spettacolo, affini ai gusti della gente e dei ragazzi. Che possa dare un’apertura a questa ripartenza per un settore che ha avuto parecchie difficoltà in questi due anni”.

E una ripartenza in chiave collaborativa tra diverse realtà dell’intrattenimento, come in questo caso, potrebbe essere la formula vincente per il futuro del comparto? Su questo fronte Mattia Venerandi si mostra positivo: “Per esperienza personale, quando si collabora in maniera costruttiva e produttiva, tra realtà locali e imprenditori vicini nella zona, io penso che si possa amplificare la produttività e le resa di progettualità a breve e a lungo termine – ha affermato -. Quando ci sono, le collaborazioni e le condivisioni possono portare buoni risultati, senza dimenticarci ognuno della propria attività principale”.

Non ci sarà un evento ogni weekend, ma quello del 1° giugno sarà un “evento pilota, un banco di prova”, come lo ha definito Venerandi, il quale non ha nascosto l’idea di una progettualità per la stagione autunno-inverno.

“Diamo un punto di partenza adesso, per poi prenderci una pausa di impostazione nel periodo estivo e proporre qualcos’altro da settembre-ottobre-novembre, – ha spiegato – unitamente a una manifestazione di interesse anche da parte dell’amministrazione della Zoppas e del Comune, con la disponibilità ad affidarci in mano questo bel contenitore anche nelle stagioni seguenti. Il nome ‘Disco Arena’ deriva dal fatto che vogliamo dare un po’ una veste da discoclub alla Zoppas Arena”.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
46
Shares
Articoli correlati