“Zibaldone d’autunno”, ritornano gli appuntamenti alla Soms di Crocetta. Si parte venerdì con lo scrittore e psicologo Alessandro Fort

Alla Soms di Crocetta del Montello, dopo il lungo periodo di inattività dovuto alle restrizioni sanitarie per la pandemia, ritorna lo “Zibaldone d’autunno”.

La rassegna di incontri ed eventi culturali, che gode del patrocinio del Comune di Crocetta del Montello, si articola in quattro appuntamenti. Questo venerdì, 29 ottobre, i partecipanti incontreranno lo scrittore, psicologo, docente di scienze umane Alessandro Fort con la sua ultima opera “L’epilogo del giorno”, in cui l’autore accompagnerà in un’atmosfera disincantata ma allo stesso tempo romantica, mentre la sottile ironia inviterà ad osservare con più attenzione noi e la nostra vita.

“Ci piace pensare che il titolo – spiega il presidente della Soms Tiziano Biasi – così evocativo di una fine, sia presagio della conclusione di un periodo di chiusura e che una nuova aurora sia vicina”.

Venerdì 12 novembre sarà invece ospite lo scrittore e giornalista Alessandro Marzo Magno, veneziano di nascita, che presenterà “L’inventore di libri. Aldo Manuzio, Venezia e il suo tempo”.

Il libro, così come lo conosciamo oggi, nasce a Venezia tra la fine del Quattrocento e i primi anni del Cinquecento, e il padre di questa invenzione è Aldo Manuzio. A Venezia pubblicherà inizialmente grammatiche e testi in greco, poi i suoi orizzonti si allargarono: nel 1501 darà vita a una vera e propria rivoluzione, quella del libro tascabile.

La serata prevede il dialogo tra l’autore e Sandro Berra, coordinatore di Tipoteca Italiana. Venerdì 26 novembre invece sarà il momento del narratore e scrittore Terenzio Gambin, vincitore del premio “Raìse” nel 2000 e nel 2013, che ha fatto della lingua natale la musa ispiratrice della sua scrittura perché “el vecio parlar” possa testimoniare la memoria delle nostre origini. Intratterrà su un luogo magico, ricco di storia e biodiversità fin dal Medioevo “Il regno dei palù”, paesaggi caratteristici dalle risorgenze d’acqua, chiusi da siepi, quasi un luogo religioso.

Accompagnato dalla chitarra di Maurizio Contessotto, Gambin farà immergere nella natura autentica dei nostri luoghi con un linguaggio che conquista. L’ultima serata si terrà il 10 dicembre con la proiezione del film documentario “Antropocene”, l’epoca geologica attuale, in cui l’ambiente terrestre, nell’insieme delle sue caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche, viene fortemente condizionato su scala sia locale sia globale dagli effetti dell’azione umana.

“Si tratta di un invito a prendere coscienza dell’equilibrio naturale che l’umanità ha fortemente compromesso – conclude Biasi – il film sarà introdotto da Franco Nicoletti che parlerà della salvaguardia delle Grave di Ciano”. Gli eventi si svolgeranno nella sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Crocetta del Montello alle ore 20.30 e si svolgeranno nel rispetto delle norme sanitarie vigenti. Green pass e mascherina obbligatori.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
23
Shares
Articoli correlati