San Pietro di Feletto, spazi per i ritrovi politici. Il sindaco replica alla minoranza: “Anche noi senza una stanza”

“Non abbiamo neppure noi una stanza comunale per ritrovarci e, per questo, prima del Covid ci siamo sempre incontrati negli oratori oppure in sale private”: è la replica di Maria Assunta Rizzo (nella foto), sindaco di San Pietro di Feletto, alle parole di Cristina Mandia, capogruppo di opposizione.

Quest’ultima aveva spiegato come fosse stata respinta la richiesta di avere uno spazio comunale utile alla minoranza per ritrovarsi (qui l’articolo): tutto ciò, a detta di Mandia, sarebbe frutto di una tendenza da parte della maggioranza di “non considerare” quanto proposto, “solo perché arriva dalla minoranza” e, per il futuro, il consigliere di minoranza ha annunciato di voler nuovamente affrontare il tema.

“Noi rispondiamo sempre alle richieste che arrivano dall’opposizione – ha dichiarato il primo cittadino – e anche noi abbiamo il problema di dove poterci ritrovare: una struttura pubblica non può essere utilizzata per fini politici e per questo ci siamo sempre incontrati in altre strutture private“.

Detto ciò, anche il sindaco Rizzo ha voluto fare un breve bilancio di questa annata, esprimendo un augurio per il 2021 appena iniziato.

“Non avrei mai pensato di trovarmi in questa situazione di pandemia e, per questo, auguro che il 2021 riporti una vita normale e la quotidianità persa: c’è la speranza che tutto torni come prima“, ha spiegato il sindaco.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Articoli correlati