Ritrovato morto nella notte Mattia Citton: il 23enne di Borso del Grappa recuperato con la sua auto in un burrone del Col Moschin

È stato rinvenuto esanime alle 4 e mezza di questa mattina, martedì 19 aprile, il ventitreenne di Borso del Grappa Mattia Citton che, uscito di casa, non vi aveva più fatto ritorno.

Le ricerche attivate dal Cnsas e dal Suem di Pedemontana Emergenza hanno rilevato l’auto in prossimità di strada delle Penise a Solagna, in fondo a un burrone nelle vicinanze del Col Moschin, sopra la Valsugana.

Il giovane, classe 1998, avrebbe sbandato per cause ancora da chiarire e sarebbe di conseguenza uscito di strada, schiantandosi nel pendio: il Dodge Ram è precipitato nei pressi del rifugio Alpe Madre per circa 400 metri.

Dopo una giornata davvero difficile per il sistema emergenza di Borso, medici, infermieri e soccorritori insieme al vigili del fuoco accorsi da Bassano non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.

La vittima è stata poi trasportata dai Vigili del fuoco e una squadra del Soccorso alpino per circa 300 metri più a valle fino alla strada. Sul posto i Carabinieri per ricostruire la dinamica del sinistro. Le operazioni di soccorso dei pompieri sono terminate poco prima delle 8.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
13
Shares
Articoli correlati