Sabato la “prima” di “Albino Luciani Pastore e Padre – da Vescovo di Vittorio Veneto a Papa del sorriso”, oratorio destinato a celebrarne la beatificazione

Sabato 16 ottobre, alle ore 20.30, il teatro Lorenzo Da Ponte in Serravalle di Vittorio Veneto ospiterà la prima assoluta dell’oratorio in sei quadri “Albino Luciani Pastore e Padre – da Vescovo di Vittorio Veneto a Papa del sorriso”.

La composizione per soli coro e orchestra sinfonica, diretti dal maestro Roberto Zarpellon, è opera del musicista Luigi Salamon con testi di Camillo De Biasi.

“Senza dubbio – afferma l’assessore alla cultura Antonella Uliana – il luogo più adatto ad ascoltare, per la prima volta, questo racconto in musica non può che essere la nostra città dove, come vescovo, Albino Luciani trascorse gli anni dal 1959 al 1969. Fu proprio durante questo periodo che emersero le caratteristiche del suo indirizzo pastorale, improntato alla modestia e alla sensibilità verso i problemi sociali. Indubbiamente fu un uomo che riuscì a farsi amare da tutti“.

Il maestro Camillo De Biasi e il suo ex allievo, ora raffinato compositore e valente musicista Luigi Salamon, hanno concepito nel novembre 2019 l’idea di comporre un Oratorio per solisti, coro e orchestra sinfonica, destinato a celebrare con solennità la beatificazione – da molti ritenuta imminente – di Albino Luciani, già vescovo di Vittorio Veneto e Patriarca di Venezia, diventato Papa nel 1978 con il nome di Giovanni Paolo I.

Nel gennaio dello stesso anno, il Cardinale Beniamino Stella e Don Davide Fiocco avevano presentato – nell’aula magna del Seminario Vescovile di Vittorio Veneto – il volume che raccoglie gli atti del processo di beatificazione di Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I, per cui l’idea di preparare un Oratorio a lui dedicato è apparsa a De Biasi e a Salamon quanto mai singolare e stimolante.

Per l’esecuzione del concerto in prima assoluta che si terrà sabato alle 20.30 al Teatro “Lorenzo Da Ponte” a Vittorio Veneto, i due autori hanno pensato di avvalersi di musicisti professionisti del nostro territorio a cominciare dal maestro Roberto Zarpellon, che dirigerà un’orchestra sinfonica composta da 55 elementi e un gruppo corale di 42 elementi.

In ottemperanza alle recenti disposizioni sanitarie all’interno del teatro – che sarà comunque a capienza piena – si potrà accedere solo se in possesso di Green Pass. Per prenotare è possibile rivolgersi al 347-4490102.

(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
5
Shares
Articoli correlati