Sci Club Nottoli Vittorio Veneto, la stagione della neve sta per partire: parla il presidente Vittorio Dal Vecchio

Si è tenuta nei giorni scorsi, in Seminario a Vittorio Veneto, la riunione dei soci dello Sci Club Nottoli. All’ordine del giorno c’erano il bilancio annuale del club e la presentazione della nuova stagione agonistica. Ne ha parlato il presidente del sodalizio, Vittorio Dal Vecchio.

Presidente Dal Vecchio, fra poco si parte con la nuova stagione sciistica…

A dire il vero i nostri atleti non si fermano mai (solo maggio ed agosto sono a riposo). Sciamo la stagione invernale fino a fine aprile, un mese di stop e poi a giugno iniziamo la preparazione estiva per la nuova stagione con atletica, bici, roller, sup, arrampicata, mini moto, campeggio, pump track e diverse uscite in ghiacciaio.

Quindi oggi siete pronti alle prime gare?

La categoria Giovani si: a metà novembre ci saranno le prime gare FIS a Solda (Bolzano) mentre per i più piccoli (categoria baby / cuccioli e ragazzi /allievi) le gare inizieranno a gennaio. Queste due categorie, per un totale di circa 20/25 atleti, sono impegnati in un ghiacciaio di 4 giorni nel ponte di Ognissanti.

In un anno come quello appena passato, caratterizzato da quarantene, zone rosse e restrizioni, gli sciatori non hanno potuto cimentarsi sulle piste da sci. Queste erano di fatto chiuse come gli impianti di risalita?

Questo è vero, ma lo Sci Club Nottoli è uno sci club agonistico. I nostri tesserati sono considerati, dalla Federazione, alla stregua degli atleti professionisti e quindi siamo riusciti ad allenarci anche quando eravamo in zona rossa, anche quando non era permesso sconfinare fuori Comune. Anzi questo è stato un vantaggio per gli atleti: abbiamo sempre trovato condizioni di pista ottimali, neve tanta e bella e non c’era il turista.

Quest’anno invece ritorna tutto come prima?

Per fortuna si, la montagna necessita di lavorare con i turisti. Gli sci club sono da contorno e fanno girare una parte minima dell’economia montana. Anzi mi permetta di ringraziare la Ski Area di San Vito di Cadore, nostra base per gli allenamenti, per la disponibilità che ci hanno sempre riservato.

L’assemblea dei soci appena indetta, con presentazione della stagione 2021/2022, che segnali vi ha dato?

Abbiamo un gruppo folto di piccoli atleti gestiti da 6 allenatori, due per categoria. I più piccoli “principianti e provetti”, anni dal 2014 al 2016, sono una dozzina e sono seguiti da Monica e Sara, in questa categoria il divertimento la fa da padrone. La categoria “baby e cuccioli”, anni dal 2010 al 2013, sono una ventina e sono seguiti da Tommaso e Francesco: qui si cura la tecnica per formare l’agonista, senza trascurare il divertimento e la multidisciplinarietà (giornate dedicate allo sci di fondo, allo ski cross, al park…) . I “ragazzi / allievi”, anni dal 2006 al 2009, sono una quindicina e sono seguiti da Denis e Diego, e già si comincia a fare sul serio. La categoria Giovani, dal 2005 in su, è composta da tre atleti. II numeri dei tesserati è destinato a crescere non appena cadrà la prima neve. Consigliamo di non aspettare l’ultimo momento per aderire ai programmi invernali, anche noi abbiamo bisogno di una certa programmazione.

Gli allenatori in forza sono ex atleti Nottoli?

Molti nostri tesserati hanno concluso la carriera agonistica con il corso maestri, tanti hanno proseguito fino a diventare allenatori e sono in forza al Nottoli o ad altri sci club del Veneto. Lo sci agonistico, come lo interpretiamo noi, è una scuola di vita e molte volte, finito il percorso gare, ti lascia una possibilità di  “lavoro” quale il maestro di sci o l’allenatore. Iniziare un percorso agonistico in uno sci club è un buon investimento sul futuro del ragazzo, in particolar modo per la crescita e maturazione dell’individuo.

Quindi largo alle nuove iscrizioni….

Gli atleti che sono con noi provengono dal Vittoriese, dal Coneglianese, dal Quartier del Piave e dalle province limitrofe. Offriamo allenamenti da fine novembre a San Vito di Cadore tutti i giorni festivi (compreso il sabato, tutto il periodo di Natale, carnevale, Pasqua) ed anche feriali (uno / due pomeriggi). Portiamo gli atleti a gareggiare nelle località delle Dolomiti ed anche fuori regione, offriamo il trasporto con pulmino da Vittorio Veneto sud, esistiamo da più di 70 anni, alcuni nostri atleti sono entrati nella squadra regionale e in quella nazionale gareggiando sia in Coppa Europa che in Coppa del Mondo …. più di così ?!?!    

Un bell’impegno per uno sport con panorami da favola in un ambiente Unesco …..

Nelle montagne più belle al mondo ….. Certo l’impegno è per tutti, dagli atleti, ai genitori, a noi del Consiglio direttivo, ma lo sforzo viene ripagato dalla bellezza delle montagne e dalla bellezza dei questo sport all’aria aperta. Non mancheranno giornate con neve, vento e freddo, ma la vita dello sciatore è questa: sveglia di buon’ora, per sfruttare appieno la mattinata e poi a casa nel pomeriggio perché anche la scuola ha le sue necessità.

Lo sci club Nottoli è uno sci club di pianura, come riuscite ad essere competitivi rispetto ai quotati sci club di montagna?

Il gap tecnico con alcuni sci club di montagna c’è, loro sono più attrezzati, non c’è dubbio. Dobbiamo considerare però che i bambini vanno lasciati crescere agonisticamente senza patemi e pressioni da parte del club o dei genitori. Fino ai 12 anni lo sci agonistico, come fanno in altre regioni d’Italia o Stati esteri (vedi Alto Adige e Austria), deve essere considerato poco più di un gioco. Purtroppo ne abbiamo visti molti di ragazzini che, per troppo carico e pressione, hanno abbandonato questo sport. Le cose vanno fatte gradualmente e senza troppe aspettative, che è un po’ quello che proponiamo noi. I risultati, se ci sono le basi, arrivano sempre, non bisogna accelerare per bruciare le tappe a discapito del divertimento.

Quindi meglio uno sci club piccolo piuttosto che uno grande?

Tutti gli sci club agonistici vanno bene, l’importante è non esagerare con la competizione. Finché gli atleti sono ancora dei bambini, lasciamoli divertire ed appassionare allo sci, allo sport. Il percorso è lungo e i bambini vanno accompagnati e supportati nella loro formazione agonistica senza pressione e senza bruciare le tappe.


(Fonte e foto: Sci club Nottoli Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati