Venerdì il centenario del Milite ignoto: a Conegliano il Treno della memoria rallenterà per ricevere gli onori della Città, ma non si fermerà

Il “Treno della memoria”, in ricordo del centenario del milite ignoto, transiterà venerdì 29 ottobre alle 16.45 a velocità moderata alla stazione di Conegliano, rallentando per permettere al sindaco della città, e ai presenti, di dare il proprio saluto e di rendere tutti gli onori del caso (qui l’articolo).

Oramai il transito del treno è una certezza, e percorrerà lo stesso tragitto affrontato da quel convoglio speciale che il 29 ottobre 1921 partì da Aquileia verso Roma, per trasportare la salma del Milite ignoto, poi tumulata al Vittoriano il 4 novembre. In molti hanno sperato in una sosta, seppur breve, del convoglio nella stazione di piazza Aldo Moro, ma alla fine la fermata più vicina del treno sarà a Treviso.

All’epoca furono 5 le regioni percorse dal convoglio e 120 le stazioni salutate: un percorso che, a distanza di 100 anni, verrà rifatto nuovamente dal Treno della memoria, atteso a Roma il successivo martedì 2 novembre.

Le soste previste dal treno saranno Udine, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo, Ferrara, Bologna, Pistoia, Prato, Firenze, Arezzo, Chiusi e Orvieto, le stesse di 100 anni fa, dopo che il generale Giulio Douhet aveva lanciato l’iniziativa per rendere onore ai caduti della Grande Guerra: 11 salme di militari caduti in altrettanti teatri di guerra erano state all’epoca recuperate e 10 di queste sono state tumulate nel Cimitero degli Eroi, dietro la Basilica di Aquileia, mentre il milite ignoto scelto da Maria Bergamas è stato sepolto al Vittoriano.

Un appuntamento che si svolgerà in continuità con il raduno regionale dei Bersaglieri del Veneto, tenutosi la scorsa domenica 24 ottobre a Conegliano, per ricordare i valori che hanno animato quanti hanno dato la propria vita per la Patria (qui l’articolo).

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
29
Shares
Articoli correlati