Cordignano, niente nuova scuola per i bambini di Villa di Villa: a settembre le elementari ancora divise

A settembre tutto come lo scorso anno scolastico. Le maestre, i bambini e i collaboratori scolastici della scuola primaria di Villa di Villa continueranno a dividersi fra la il plesso della scuola primaria di Cordignano e la sede della scuola secondaria di primo grado, entrambe nel campus scolastico del capoluogo. Il motivo? La nuova scuola primaria nella frazione di Villa di Villa non sarà pronta per fine agosto.  

Il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Ippolito Nievo”, Giuseppe Greco, lo ha comunicato alle famiglie e ai lavoratori del mondo della scuola, dopo aver ricevuto una comunicazione da parte dell’amministrazione comunale, scrivendo che per “il nuovo anno scolastico 2021 – 2022 la frequenza degli alunni avverrà, come negli anni passati, nei plessi di Cordignano”.

Non è mai stato formalizzato che sarebbe stata operativa a settembre, avevamo auspicato che ciò potesse avvenire, – ha esordito Carlo Baggio, assessore ai lavori pubblici e alla pubblica istruzione – Purtroppo non sarà possibile far entrare i bambini e gli altri operatori scolastici nel nuovo plesso per l’inizio del prossimo e nuovo anno scolastico, perché ci sono stati degli allungamenti dei tempi di realizzo”.

Perché? “In generale va osservato – ha sottolineato – con la pandemia si è verificato un prolungarsi delle tempistiche sia per l’acquisizione dei materiali e quant’altro, sia necessario alla costruzione, che nei tempi di consegna degli stessi. L’impresa doveva terminare i lavori ad agosto e invece non ce la farà. L’amministrazione comunale prenderà le opportune iniziative”.

“Colgo l’occasione – ha ripreso l’assessore – per ringraziare il professor Giuseppe Greco e il mondo scolastico perché ci siamo incontrati con i progettisti e con il personale scolastico e sono stati definiti i nuovi arredi che serviranno alla nuova scuola primaria di Villa di Villa. La condivisione è stato un momento importante e proficuo, perché chi lavora ed opera dentro la scuola conosce bene cosa gli serve e come organizzare gli spazi. In tal modo è possibile valorizzare anche il contributo dell’Associazione Villa per l’asilo”.

In attesa che la scuola primaria di Villa di Villa sia pronta per il taglio del nastro, secondo quanto è accaduto negli ultimi anni scolastici, nel nuovo ciclo che si andrà ad iniziare a settembre le classi prima e seconda verranno ospitate nella primaria di Cordignano, mentre le classi terze, quarta e quinta proseguiranno ad essere ospitate in una ala a loro dedicata della secondaria di primo grado.

Il dirigente scolastico, confortato dal parere favorevole degli organismi scolastici consultati, ha inoltrato la richiesta alla Prefettura di Treviso domandando che il nuovo plesso sia intitolato a Remo Salatin, assessore dell’attuale compagine del governo locale, prematuramente scomparso.

Alessandro Biz, attuale sindaco e candidato a primo cittadino per le prossime amministrative con la lista “Tutti per Cordignano”, proprio in sede di presentazione della sua candidatura, ha auspicato che questo possa avvenire in tempi brevi.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
9
Shares
Articoli correlati