“Una fiera per orientarli e sul percorso giusto indirizzarli”: al Palamaser co-progettato da 9 Comuni un weekend di orientamento per ragazzi delle medie

Una fiera per consentire ai ragazzi delle scuole medie di scegliere fin da subito il proprio percorso di vita (dandosi così, eventualmente, più tempo per cambiarlo) avrà luogo al Palamaser sabato 21 maggio, dalle 8.30 alle 18, e domenica 22 maggio dalle 9.30 alle 18.

È la prima iniziativa ufficiale di questo tipo nel territorio della Pedemontana del Grappa e ha visto il coinvolgimento dei Comuni di Asolo, Maser, Borso del Grappa, Pieve del Grappa, Possagno, Castelcucco, Cavaso del Tomba, San Zenone degli Ezzelini e Fonte, ma anche delle associazioni di categoria, di alcuni rappresentanti di aziende e realtà artigianali, e, cosa più importante, di moltissime scuole del territorio e non solo.

Alla conferenza stampa di ieri, gli assessori Andrea Canil (Asolo), Esneda Bordignon (San Zenone), Chiara Dal Moro (Borso del Grappa), oltre ai vicesindaci Maura Baron (Possagno) e Gianpietro Mazzarolo (Castelcucco) e Daniele De Zen, assessore di Maser, hanno spiegato gli obiettivi della fiera e gli elementi innovativi che porterà il prossimo weekend. Al loro fianco anche Remigio Parisotto, in rappresentanza di Banca delle Terre Venete, sponsor principale dell’evento.

“Si cerca di anticipare quello che potrà essere il loro futuro – ha spiegato Canil dopo il benvenuto dell’assessore “di casa” De Zen. – Facendo conoscere loro diverse scuole e facendogli conoscere imprenditori e artigiani. Potranno conoscere con una panoramica completa le tendenze del mondo del lavoro di domani e gli strumenti per fare la scelta giusta. Ci rivolgiamo principalmente ai ragazzi che frequentano la seconda media, perché chi è in terza ha già scelto il proprio indirizzo”.

“All’interno dei nostri Comuni abbiamo ragionato assieme su quei cittadini che oggi non si riescono a inserire nel mondo del lavoro – interviene Maura Baron, – Al contempo, le imprese del territorio soffrono della mancanza di personale qualificato. Ragionando con le associazioni di categoria abbiamo capito che la problematica sta a monte: i ragazzi escono dalla scuola, fanno i primi due anni di superiori e poi capiscono che quello non è il loro percorso. Quindi dobbiamo capire prima quali sono le loro passioni e capacità”.

“Oltre agli studenti delle scuole medie, l’invito è allargato anche alle famiglie e ai ragazzi che gravitano attorno al nostro territorio, sia l’Asolano, sia il Bassanese e l’area Castellana e Montebellunese – spiega Esneda Bordignon -. Calcoliamo che gli studenti di questa fascia siano circa quattromila e trecento, noi ne aspettiamo oltre cinquecento. Molti si sono già iscritti e verranno con gli insegnanti”.

Per incentivare i ragazzi a venire, il comitato organizzatore composto dagli assessori sopracitati ha pensato di mettere in palio sei smartphone, che verranno sorteggiati alla domenica sera e consegnati a sei fortunati che siano accompagnati da un genitore.

“L’idea nasce perché per noi è importante che si crei un dialogo con la famiglia, in modo da poter scegliere assieme il percorso più calzante – continua l’assessore – Alla fiera aspettiamo anche tutte quelle figure che gravitano attorno ai ragazzi: in primis gli insegnanti”.

“La fiera sarà realizzata al Palamaser e l’ingresso sarà libero e gratuito – afferma Gianpietro Mazzarolo – Hanno già dato l’adesione 19 classi di scuole medie, che saranno presenti con il proprio stand” spiega il vicesindaco di Castelcucco, Gianpietro Mazzarolo.

L’elenco si compone di Enaip Veneto, Fondazione Opera Monte Grappa, l’Andrea Scotton, l’Einaudi-Scarpa, il Maffioli, il Verdi, l’Artuso Martini, il Barsanti, l’Istituto Agrario Parolin e il Sartor, i Cavanis, La Salle International Campus, il liceo Angela Veronese, il Levi, il S.E.G.R.A. Estetica e Acconciatura, il S.F.P. Lepido Rocco, la Scuola di Formazione Professionale Marco Polo, la Irigem e la Edile di Treviso.

“Alcuni imprenditori e artigiani spiegheranno il proprio mestiere e l’entusiasmo con cui lo portano avanti” conclude il vicesindaco di Castelcucco.

All’interno della fiera avranno luogo anche diverse conferenze: all’inaugurazione, sabato, con la presenza del presidente della Provincia Stefano Marcon, seguirà “Come cambia la domanda di lavoro nelle imprese” con il dottor Federico Callegari, della Camera di Commercio di Treviso Belluno Dolomiti. Avrà poi luogo una tavola rotonda moderata dal giornalista Elia Cavarzan tra associazioni di categoria e referenti delle varie scuole medie e superiori.

Il primo evento della domenica, intitolato “Orientare alla scelta scolastica”, sarà rivolto ai genitori e verrà curato dalla dottoressa Giada Toso e dal dottor Andrea Vettorato, esperti di orientamento e formazione del Cosp-Astori di Mogliano.

“Seguiranno poi laboratori per genitori, che verranno suddivisi in piccoli gruppi: qui avranno l’occasione di confrontarsi con sportelli d’orientamento su come ascoltare i propri figli in questa scelta – spiega Chiara Dal Moro, – Il pomeriggio, dalle 15.30 vi sarà uno spettacolo interattivo, con animazioni e sondaggi, (“Training for future” il titolo) sul tema dell’orientamento, a cura del teatro educativo di Bologna”.

“Un progetto co-progettato” lo definisce Andrea Canil con un gioco di parole (e usando poi una metafora da “Il Signore degli Anelli” per spiegare il viaggio dei ragazzi verso il loro destino) capace di riunire la volontà di un territorio in una proposta a cui ha lavorato – per molte ore – un tavolo di coordinamento composto da nove comuni e associazioni di categoria. “L’elemento innovativo sta nel raccogliere i feedback del mondo della scuola e del mondo del lavoro, i ragazzi e i genitori, e incrociare questi mondi”.

“I Comuni dell’Asolano, attraverso la convenzione “Insieme per il lavoro”, hanno messo a disposizione dieci mila euro per coprire le spese – continua l’assessore Dal Moro, – C’è stata anche un’importante collaborazione da parte dei cittadini, che hanno messo a disposizione il tempo e la professione in qualità di volontari. Un ringraziamento va agli sponsor, la 2G di Asolo, la Scarpa, la Dal Bello e la Banca delle Terre Venete, che si è occupata di sostenere le spese dello spettacolo di domenica”. È stato ringraziato, presente alla conferenza stampa di presentazione, anche Daniele Lando.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
41
Shares
Articoli correlati