Pieve di Soligo, Maria Parussolo spegne 100 candeline insieme alla sorella 98enne. Oggi la festa alla Fondazione Casa per Anziani Onlus

Chissà se quando erano bambine Maria ed Elisa avevano mai pensato che un giorno, a distanza di tanti anni, avrebbero potuto festeggiare insieme il secolo di vita di una di loro.

Eppure questo è accaduto proprio oggi alla Fondazione Casa per Anziani Onlus di Pieve di Soligo, dove la signora Maria Parussolo ha spento ben 100 candeline.

Per questo importante traguardo Maria ha festeggiato, nel rispetto delle misure di prevenzione e di contrasto al Covid, insieme alla sorella 98enne Elisa, anch’essa ospite nella casa di riposo pievigina, ai suoi familiari, al sindaco Stefano Soldan, al presidente della Fondazione Casa per Anziani Onlus, Francesco Roccatelli, e alla direttrice Paola Licini.

L’anziana signora, madre di otto figli, nella vita ha fatto la contadina e si è sempre occupata della sua casa e della sua famiglia; chi la conosce bene parla di una persona sempre allegra e cordiale con tutti.

Oggi non si è fatta mancare proprio nulla per questa giornata così importante e ha festeggiato con una bella torta di compleanno, del buon vino, i fiori e i palloncini con la scritta “100” ben visibile.

“Oggi ho portato gli auguri a nome di tutta l’amministrazione comunale e della cittadinanza alla signora Maria Parussolo, che ha raggiunto la veneranda età di 100 anni – ha commentato il primo cittadino di Pieve di Soligo – A festeggiarla con tutti noi i familiari e anche la sorella 98enne. Come amministrazione comunale le abbiamo regalato dei fiori e ci siamo dati appuntamento al 2022 per i 101 anni”.

Non sono mancate le foto di rito con il sindaco, il presidente, la direttrice e il personale di Fondazione Casa per Anziani, oltre a quelle con i familiari: la foto che passerà alla storia, però, è proprio quella di Maria ed Elisa, le sorelle che in due fanno quasi 200 anni di vita.

(Foto: Fondazione Casa per Anziani Onlus di Pieve di Soligo).
#Qdpnews.it

Total
4
Shares
Articoli correlati