Refrontolo, gli Alpini sistemano l’area esterna dell’asilo nido Margherita: creato un percorso sensoriale per i più piccoli

L’aiuto dei volontari del gruppo Alpini di Refrontolo ha dato vita a un vero e proprio percorso sensoriale, situato all’esterno dell’asilo nido “Margherita” del paese.

La sistemazione è avvenuta sabato 23 ottobre e si è svolta in linea a quelli che sono gli obiettivi dell’asilo nido, ovvero la promozione di una forma di pedagogia sostenibile, che prevede il contatto dei bimbi con il bosco e i vigneti, alla scoperta dei mestieri e delle tradizioni del passato, con progetti riguardanti la raccolta dell’uva oppure le api da proteggere.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Refrontolo2-251021.jpg

Già a fine estate l’amministrazione comunale aveva sistemato l’area esterna dell’asilo, con la costruzione di un gazebo in legno e il posizionamento di due basamenti in cemento, ricoperti da uno strato antiurto.

Ora, tra i due basamenti, si trova il nuovo percorso sensoriale creato dagli Alpini, sistemato su indicazione delle educatrici stesse, per stimolare gli arti inferiori e i piedini dei bimbi.

Il percorso è in pratica un sentiero, suddiviso in sezioni diverse: ognuna di queste presenta elementi differenti, ovvero sassolini e sassi più grandi, bastoncini di legno ed erba sintetica.

Oltre a ciò gli Alpini, grazie all’ausilio di ruspe ed escavatori, hanno sistemato il terreno con l’obiettivo di creare un’area pianeggiante e una zona destinata a diventare un piccolo orto.

“Gli Alpini non si fermano mai. Siamo sempre pronti a lavorare a fianco dell’amministrazione per il nostro Comune”, ha dichiarato il capogruppo Ferdinando De Martin, mentre l’assessore all’associazionismo Matteo Corbanese ha affermato: “A nome di tutta l’amministrazione comunale voglio ringraziare gli Alpini, per essere sempre disponibili a collaborare, soprattutto quando si tratta di iniziative per i bambini”.

(Foto: Comune di Refrontolo).
#Qdpnews.it

Total
30
Shares
Articoli correlati