Niente bagni e tanto fieno: da Pra’ Zoo i consigli per prendersi cura al meglio dei conigli domestici

Tra gli animali domestici più frequenti nelle nostre case c’è anche il coniglio. Ve ne sono di diverse razze, ognuna con le proprie caratteristiche ma in generale la loro cura segue dei dettami universali, come spiega Alessio Trentin, di Pra’ Zoo.

“Come prima cosa, quando entrano in una nuova famiglia, i coniglietti devono adattarsi e prendere abitudini diverse: sebbene sembri strano, da cuccioli non sono abituati a mangiare cibo fresco, perciò va dato loro solo mangime essiccato”.

Proprio per questo Alessio consiglia di dare loro solamente alimenti secchi, perché in caso contrario l’animale potrebbe soffrire di disturbi intestinali a scapito della sua salute. Il fieno è un must: non deve mai mancare perché essendo un alimento basilare nella dieta dei conigli, questi devono poterne disporre in abbondanza.

Inoltre è buona accortezza evitare quei cibi che contengono numerose “caramelle colorate”: è meglio limitarsi a del semplice pellet, privo anche di cereali, che contenga solo erbe essiccate. 

Alessio continua: “È importante prendersi cura anche dell’ambiente in cui teniamo il nostro coniglietto: sarebbero da evitare le correnti d’aria. Gli animali che provengono da allevamenti non sono abituati, soprattutto nel periodo invernale, agli sbalzi termici”.

I conigli soffrono il caldo, ma non temono il freddo, grazie a una soffice e fitta pelliccia. Quest’ultima ha bisogno di venire spazzolata frequentemente: l’operazione garantirà la pulizia e limiterà la perdita di pelo ma soprattutto permetterà di tenere in ordine il muso, evitando l’accidentale ingerimento di pelo. È sufficiente pulirlo con salviette apposite ed è sconsigliato fargli un bagno completo.

Nel primo periodo di arrivo in una nuova famiglia e quindi in un nuovo ambiente il coniglio vive inevitabilmente dei momenti di stress: Alessio ricorda di non aggravare la situazione maneggiandolo o muovendolo eccessivamente. L’animale deve prendere confidenza con gli spazi in cui si trova perciò non va strapazzato o iper coccolato: una pratica che spesso da piacere e soddisfazione all’uomo ma non è corrisposta dal cucciolo. 

“Un’altra buona pratica per prendersi cura dei conigli al meglio è di fornire loro degli appositi bastoncini, una sorta di snack duri che possono essere anche pietre di sali minerali: sono fondamentali per limare i loro denti, che cresceranno per tutta la vita”.

Il coniglio è estremamente interattivo: è un animale vivace e curioso, perciò ha spesso bisogno di venire messo alla prova e di venire sfidato con piccole novità. Come fare? Niente paura: “Ci sono numerosi piccoli giochi o alimenti appositi  che fungono da stimolo e da gioco” tranquillizza Alessio.

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
27
Shares
Articoli correlati