Storia di Dolly (il pony di Ursula Von der Leyen) e GW950m, lupo del Burgdorfer abbattibile, anzi no, anzi sì

Venerdì 2 settembre GW 950m, un membro del branco di lupi del Burgdorfer (Hannover, Bassa Sassonia) preda Dolly, il pony della Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, mentre stava pascolando nella tenuta di famiglia ad un centinaio di metri dalla casa della Presidente.

La notizia non riguarda, ovviamente, la predazione del lupo (è un carnivoro, si sa), ma l’identità della sua custode, amante degli animali. La predazione del pony della Presidente fa il giro della rete così come la foto della carcassa di Dolly nel paddock (recinto) della tenuta di famiglia.

In quelle foto è evidente l’assenza delle minime misure di prevenzione dalle predazioni dei lupi tanto sostenute in Europa, e se quelle foto fossero reali, se ce ne fosse ancora bisogno, rispecchierebbero la naturale preferenza dei lupi verso i domestici mal custoditi, indipendentemente dal ruolo sociale di chi è responsabile della loro vita e del loro benessere.

La Presidente cioè ha più o meno sperimentato quanto allevatori e pastori sperimentano sulla loro pelle ormai da anni, ma non si fa certo sfuggire la possibilità di invitare gli eurodeputati della CDU/CSU a rivedere lo stato di protezione del Lupo.

Nel frattempo, è stato chiesto alla Presidente se conosce l’attuale iter d’intervento verso i (suoi) lupi problematici che potrei riassumere nelle poche righe che seguono: è dall’autunno 2019 che un maschio, GW 950m (si, proprio lui, quello che prederà Dolly) e una femmina, GW1423f, appartenenti al branco di Burgdorf, sono responsabili di attacchi a pecore, bovini e cavalli. Dopo indagini che hanno verificato come i sistemi di protezione siano stati insufficienti ad impedire le predazioni, il ministero della Bassa Sassonia applica tuttavia la deroga alla particolare protezione dei lupi del branco di Burgdorfer, creando un elenco di lupi abbattibili dove inserisce GW 950m e GW1423f e, nella notte del 22 aprile 2021 viene abbattuta una femmina del branco.

Per vedere l’effetto che fa, cioè se dopo la remissione di una femmina il branco possa cambiare strategia di predazione (non è dato sapere se nel frattempo siano state messe in atto adeguate misure di prevenzione), il Ministero rimuove GW 950m dall’elenco dei lupi abbattibili, ma dopo la predazione di Dolly, GW 950m ritorna nuovamente in quell’elenco, almeno fino al 31 gennaio 2023. Intanto la Risoluzione del Parlamento europeo del 24 novembre 2022 sulla protezione del bestiame e dei grandi carnivori in Europa… (prosegue)

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati