“La Zoppas Arena rimane la casa di pallavolo e pattinaggio”. Chies annuncia un bando per la gestione del palazzetto rivolto a società sportive e di eventi


“La Zoppas Arena mantiene la stessa destinazione: per il 95% ospiterà gli eventi sportivi e per il 5% eventi su prenotazione”. Così si è espresso il sindaco di Conegliano Fabio Chies nella giornata odierna, in occasione di una conferenza stampa convocata per discutere a proposito del futuro della Zoppas Arena, alla presenza degli assessori a Sport e Turismo Primo Longo e Claudia Brugioni.

La Zoppas Arena si è trovata al centro della scena in questi giorni, dopo che aveva iniziato a circolare la locandina relativa all’evento del 1° giugno prossimo che vedrà il rapper Shiva protagonista, con tanto di schiuma party e supportato da un servizio di bus navetta (anch’esso ampiamente pubblicizzato) disponibile a coprire località della Marca e del Friuli.

La locandina è stata pubblicata sulla pagina Instagram “Zoppas Disco Arena”.
Sull’iniziativa e sulle prospettive future successive all’evento, Mattia Venerandi, della discoteca Diamantik di Gaiarine e parte di una cordata imprenditoriale che comprende anche il locale Micasa di San Vendemiano, aveva fornito un dettagliato resoconto.

Venerandi, infatti, aveva riferito l’obiettivo di questo “evento pilota”, ovvero fornire dopo due anni una forma di intrattenimento rivolta ai giovani, in “uno spazio che fosse grande e capiente, per poter dare quel senso di sicurezza e apertura a qualche centinaio di persone”.

Si sarebbe pertanto trattato di “un banco di prova”, prima di “una pausa di impostazione” per proporre una progettualità per la stagione autunnale-invernale. “Il nome ‘Disco Arena’ deriva dal fatto che vogliamo dare un po’ una veste da discoclub alla Zoppas Arena”, aveva spiegato (vedi articolo).

Oggi il primo cittadino ha allontanato l’idea di rendere la Zoppas Arena una discoteca in pianta stabile, annunciando che l’impianto di Campolongo ospiterà artisti come Bryan Adams in autunno e il musical “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante dal 22 dicembre al 2 gennaio, con l’eventualità di includere anche la serata di Capodanno.

Chies ha inoltre annunciato che entro la settimana verranno chiusi degli accordi relativi agli eventi sportivi futuri: “La Zoppas Arena rimane la casa della pallavolo e del pattinaggio – ha proseguito – Non c’è esclusività della Zoppas Arena, ma siamo contenti se i giovani rimangono a Conegliano”.

La prospettiva della Zoppas Arena trasformata in una discoteca cittadina aveva acceso qualche lamentela e malcontento sul web. Il sindaco ha affermato che gli accordi riguardano per il momento soltanto l’evento del 1° giugno, accordi che non hanno compreso l’ideazione della dicitura “Zoppas Disco Arena”, anche se l’amministrazione, a detta di Chies, è aperta alle idee imprenditoriali proposte. “Siamo contenti se si avvicinano degli imprenditori” ha aggiunto.

Intanto con l’inizio del 2023 verrà pubblicato un nuovo bando per la gestione degli spazi del palazzetto: Chies ha riferito che il bando stesso selezionerà una società sportiva ad alto livello e una società di eventi, considerando che la Zoppas Arena, nel raggio di “40-50 chilometri, è l’unico palazzetto dello sport di queste dimensioni”.

“Sto seguendo la situazione”, ha affermato l’assessore Primo Longo, mentre Claudia Brugioni ha confermato il “desiderio di esserci nel territorio” e di avere nel coneglianese “non solo un turismo business”.

A livello sportivo, entro l’estate è attesa una manifestazione dedicata al rally, oltre al Meeting dei giovanissimi. Tornando sul fronte della gestione del palazzetto, il sindaco ha chiarito: “Dobbiamo erogare il servizio affidandoci ai bandi, per trovare persone qualificate”.

La Zoppas Arena era stata in un recente passato al centro di un contenzioso, che aveva coinvolto il Comune di Conegliano e l’Imoco volley per quanto concerne l’utilizzo degli spazi da parte della squadra sportiva: contenzioso che si trascinava dal 2012, risolvendosi in via bonaria durante il periodo di commissariamento del municipio.

L’accordo stipulato tra le parti, come era emerso lo scorso settembre, prevedeva da parte del Comune l’impegno a organizzare un evento sportivo alla Zoppas Arena, con quattro squadre della serie A di pallavolo femminile, in grado di dare “risalto ai recenti successi alla società” (vedi articolo).

“Non ho visto l’accordo – ha affermato oggi Chies – ma sarei contento di vedere alla Zoppas Arena delle amichevoli: da parte nostra le porte sono aperte”.

Il primo cittadino ha inoltre riferito che non è ancora certa la sua presenza alla finale di Champions League di pallavolo tra Antonio Carraro Imoco Conegliano e VakifBank Istanbul domenica a Lubiana, ma ha colto l’occasione per fare l’in bocca al lupo all’Imoco volley: “Auguro loro di vincere e ringrazio l’Imoco per far conoscere il nome di Conegliano anche a livello internazionale”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
11
Shares
Articoli correlati