Oggi a Giavera va in scena “Intavolando nel Parco”: l’evento più gustoso dell’estate trevigiana

Dieci più dieci più sette uguale ventisette. Tanti saranno i protagonisti dell’evento “Intavolando nel Parco“, in calendario oggi a Giavera del Montello a partire dalle ore 19. 

Il parco del ristorante “La Cucina di Crema” ospiterà il primo appuntamento organizzato dai ristoratori di “Intavolando” aperto al pubblico dei buongustai, dopo la cena di gala del 17 marzo alla locanda “La Candola” di Farra di Soligo, riservata alla stampa per la presentazione del nuovo corso del  gruppo, fondato nel 1996 e “rifondato” quest’anno.

La mission è dare più valore alla cultura, alla storia e alle tradizioni culinarie e viticole del territorio che dalle  Prealpi trevigiane e dalle colline del Prosecco Superiore docg scende fino alle grave del fiume Piave.

I “magnifici nove” di marzo adesso sono diventati dieci: i confini del gruppo si sono ampliati con l’ingresso del ristorante “Locanda Solagna” di Quero Vas (Belluno).

“Intavolando nel Parco” si presenta come un percorso gastronomico unico nel suo genere nel Veneto, scandito da dieci “isole” disseminate nel parco dello chef-patron Valter Crema.

Banchi di assaggio in cui gli chef dei dieci ristoranti cucineranno in diretta davanti agli ospiti, preparando dei piatti originali, pensati per emozionare anche i palati più esigenti alla ricerca di nuove sensazioni gustative. In nove “isole” saranno presenti altrettante aziende vinicole e vignaioli con le loro etichette di punta abbinate ai piatti proposti. Un piatto sarà, invece, “gemellato” alla produzione di un birrificio artigianale. A tutto questo si aggiungeranno le degustazioni di  sette vini, caffè, distillati, salumi e formaggi per completare l’itinerario del gusto.

Questi gli abbinamenti ristorante-cantina  di “Intavolando nel Parco” da scoprire:

La Cucina di Crema” (Giavera del Montello) presenta il baccalà mantecato e porcini in carrozza e la cheesecake Nonno Nanni e frutti di bosco, ospite “Casa Roma” di San Polo di Piave; “Andreetta” (Rolle di Cison di Valmarino) propone l’invito mediterraneo, spuma di Piave Vecchio, crema di melanzane, pomodorini confit, spuma di basilico ed il Pansopa, focaccia cotta nel creme caramel con crema alla vaniglia, ospite “La Reggenza” di Refrontolo; “La Pergola da Livio” (Saccol di Valdobbiadene) preparerà gnocchetti di mezza estate, gazpacho di datterini, gocce di pesto alla melissa e straccetti di burrata oltre ai biscotti con zabaione al Cartizze ed ospiterà i vini di  “Agostinetto Maria Vittoria” di San Pietro di Barbozza.

Locanda La Candola” (Farra di Soligo) cucinerà l’Ombra chioggiotta, trancio di ombrina su frolla salata al nero di seppia, crema di pomodoro, salicornia e caciocavallo, da gemellare con la cantina “Andreola” di Col San Martino; il ristorante hotel “Da Tullio” (Arfanta di Tarzo) sarà presente con lo spiedo della trazione e polenta e il sorbetto all’ananas, abbinati ai vini di “Podere Gelisi” di San Quirino (Pordenone); “Locanda da Condo” (Col San Martino) farà degustare i bocconcini di pollo al curry e riso pilaf, ospite l’azienda vinicola “Ceschin Giulio di Ceschin Maurilio” di San Pietro di Feletto; “Osteria Jodo” (Maser) mette in menu la tartare tiepida di vitello e finferli abbinata alle produzioni de “Il Birrificio- 32 Via dei Birrai” di Pederobba.

Da Ugo” (Bigolino di Valdobbiadene) punta sul cefalo nostrano, fritto in saor contemporaneo, cipolla rossa in agresto, pinoli in salsa di rafano e soia, oltre al dessert Sweet Spring con crema soffice di piselli e menta con cioccolato bianco, fragole e cetrioli, croccante alle mandorle, il tutto abbinato alla cantina e fattoria didattica sociale “Colle Regina” di Farra di Soligo; il “Ristorante al Traghetto“(Roncadelle di Ormelle) cucinerà il suo risotto, un mix di sapori tra il Piave e la laguna veneta, da degustare con i vini di “Casa San Nicolò“; la “Locanda Solagna” (Quero Vas) proporrà la zucchina sinergica, la burrata e l’orzo delle valli bellunesi e il cremoso di mandorla cruda con pesca allo zafferano delle Dolomiti, abbinati ai vini del conte Manlio della Frattina di Frattina (Pordenone).

Il percorso dei sette food e vini d’autore comprenderà: la selezione delle cantine associate alla Strada del Vino Montello e Colli Asolani; i salumi e le sopresse artigianali “Dai Rossi – az. agricola Alfonsina” di Maser; il Crudo Veneto Berico – Euganeo 24 mesi Vettorello – distribuzione e produzione di San Polo di Piave; l’Olio di Maser – Frantoio Callegari Michele di Maser; la selezione della Latteria caseificio Perenzin creatori di formaggi dal 1898 a San Pietro di Feletto; la degustazione di caffè della Dersut Caffè di Conegliano. Special event partner  Grappa Bonollo Of Distillerie Bonollo Umberto Spa di Mestrino (Padova).

“Intavolando nel Parco” avrà anche la sua colonna sonora con le selezioni lounge a cura del dj Alfred Azzetto. La regia e la direzione artistica dell’evento è firmata dall’enogastronomo Maurizio Potocnik.

Per partecipare alla serata i ticket sono già in prevendita dai dieci ristoratori di “Intavolando”.

(Fonte e foto: Intavolando nel Parco).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati