Conegliano, dalla Regione un’onorificenza al comandante della Polizia locale Claudio Mallamace: nel 2018 aveva immobilizzato un esibizionista

“Per aver con sprezzo del pericolo impedito o contrastato il verificarsi di azioni criminose”: è questa la motivazione che si legge nell’attestato di conferimento della medaglia d’oro per meriti speciali a Claudio Mallamace, comandante della Polizia locale di Conegliano.

Un riconoscimento che gli è stato consegnato ieri, giovedì 20 gennaio e giorno di San Sebastiano, patrono della Polizia locale, nel corso della prima festa regionale della Polizia locale, organizzata dalla Regione Veneto e tenutasi al teatro La Fenice di Venezia, dopo la messa celebrata alla Basilica di San Marco dal patriarca Francesco Moraglia.
Onorificenza che è andata a premiare un intervento compiuto da Mallamace il 13 febbraio 2018.

Quel giorno a Conegliano si stava svolgendo la tradizionale sfilata dei carri allegorici in centro città, per festeggiare il Carnevale, quando l’attenzione di Mallamace, che in quel momento si trovava sul palco delle autorità e dei presentatori sotto la Gradinata degli Alpini, venne richiamata da un volontario della Protezione civile.

Un uomo si era calato i pantaloni, restando con gli organi genitali scoperti, a poca distanza da una bimba: il comandante era quindi sceso dal palco per “neutralizzare” e immobilizzare l’esibizionista, in mezzo a centinaia di persone che in quel momento si trovavano in viale Carducci.

L’uomo era stato quindi arrestato e portato via. Un intervento che l’amministrazione comunale di Conegliano ha segnalato alla Regione che, dopo l’esame da parte di un’apposita commissione, ha ritenuto di conferire questo riconoscimento al comandante.

“Sono onorato e non nascondo un pizzico di emozione per questo premio che non è soltanto mio, ma di tutto il comando – ha affermato Mallamace – Sono contento perché così è stato rappresentato anche il Comune di Conegliano e quindi si tratta di un momento di gioia e condivisione per tutti i cittadini”.

“Questo riconoscimento, che ha premiato tutto il corpo di Polizia locale, lo dedico alla città: Conegliano se lo merita – ha proseguito – È il coronamento dell’impegno di tutti e ringrazio l’amministrazione comunale per avermi proposto”.

“Il nostro, più che un lavoro, è una missione – ha aggiunto – In questa pandemia il nostro lavoro è imprenscindibile ed è giusto che venga ricompensato”.

(Foto: Comune di Conegliano).
#Qdpnews.it

Total
25
Shares
Articoli correlati