Tutti a Casalecchio di Reno nel weekend: la Prosecco Doc Imoco prima semifinalista di Coppa Italia. Cuneo liquidata in tre set al Palaverde

La Prosecco Doc Imoco potrà difendere la coccarda tricolore della Coppa Italia Frecciarossa, che con orgoglio porta sulla maglia – accanto allo scudetto – da tre anni consecutivi. Nel quarto di finale in gara secca giocato questa sera al Palaverde contro la Cuneo Granda San Bernardo, le pantere di coach Daniele Santarelli si sono imposte in tre rapidi set, staccando così il pass per la Final Four di sabato 28 e domenica 29 gennaio nella gigantesca Unipol Arena di Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna. L’avversaria della semifinale di sabato alle 18.30 e le protagoniste dell’altra semifinale si conosceranno domani, al termine degli altri tre quarti in gara unica.

Coach Daniele Santarelli manda in campo dall’inizio Haak opposta a Wolosz, le bande americane Robinson Cook e Plummer, le centrali italiane Fahr e Lubian e libero Moki De Gennaro. Le piemontesi, che affrontano la capolista del campionato Conegliano nel tabellone di Coppa Italia in virtù dell’ottavo posto ottenuto al termine del girone di andata, iniziano discretamente la sfida, mantenendo il ritmo delle pantere fino all’incirca al ventesimo scambio, poi la Prosecco Doc Imoco dilaga arrivando ben presto a doppiare le ospiti (18-9) grazie a un attacco efficace e a un muro in grande spolvero. Il finale di set è sul velluto, e il divario si fa quasi imbarazzante. La squadra di casa dimostra di seguire alla lettera il suo allenatore, che alla vigilia aveva evidenziato la necessità di evitare approcci “rilassati” alla partita, come invece accaduto negli ultimi due match casalinghi di campionato contro Busto Arsizio e Vallefoglia.

Si rientra in campo con una Cuneo che se vuole coltivare speranze di qualificazione alle F4 deve risollevarsi da un primo set che l’ha vista attaccare con il 15% (Imoco 52) e ricevere con il 24%. E invece sono Wolosz e compagne a partire con il piede a tavoletta (6-3 con tutti i punti conquistati in attacco), quasi a volere ipotecare presto la qualificazione. Anche l’attacco cuneese, tuttavia, si mette in moto e così le ospiti tallonano le campionesse in carica (10-8), che mettono in mostra una Haak in stato di grazia dai nove metri: tre ace nel parziale. Grazie a una ritrovata compattezza, una mano dal servizio e qualche errore avversario, la Prosecco Doc Imoco ristabilisce le distanze di “sicurezza” (18-13), resistendo ai tentativi di rimonta piemontesi. Arrivano cinque setball, Conegliano chiude al primo con un ace di Haak.

Con un piede e mezzo a Casalecchio, le pantere affrontano il terzo set con l’obiettivo di evitare pericolosi prolungamenti della partita: attacco e servizio sono i migliori alleati della Prosecco Doc Imoco anche in avvio di questo parziale (8-4, 10-5), che prende ben presto la strada di Conegliano grazie a un buon funzionamento di un po’ tutti i fondamentali. Nonostante la buona vena di Szakmary e Diop, Cuneo non tiene il ritmo delle padrone di casa, che dilagano (18-9) trasformando il finale di partita in una passerella. I matchball arrivano in doppia cifra, e in 69 minuti la qualificazione alle F4 è conquistata. Due dati statistici spiegano bene la partita odierna: i punti a muro sono stati 10 per Conegliano e zero per Cuneo, e ben otto pantere delle undici entrate in campo hanno realizzato punti.

Domani il quadro delle qualificate al weekend nella Unipol Arena si completerà con gli altri quarti in gara secca, tutti con primo servizio in programma alle 20.30: Novara – Chieri (chi vince il derby piemontese affronta Conegliano sabato), Scandicci – Bergamo e Milano – Casalmaggiore.

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO 3 – CUNEO GRANDA SAN BERNARDO 0 (25-12, 25-19, 25-12) in 1 ora e 09 minuti. Arbitri: Curto e Carcione. Spettatori: 2.330

(Foto: Gregolin per Imoco Volley).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati