I quarant’anni della Gi. Di. Meccanica: dall’idea imprenditoriale di Dino Giusti al ricambio generazionale della figlia Elena

Zaia, Giusti e la figlia Elena

Quarant’anni festeggiati in grande stile per l’azienda vazzolese Gi. Di. Meccanica che per la ricorrenza ha deciso di organizzare un open day con la possibilità di visitare le aree di progettazione, di test e di costruzione all’interno di una struttura di oltre 16 mila metri quadrati

L’azienda è stata fondata nel 1983 da Dino Giusti, che dopo esperienze in altre realtà locali decise di mettersi in proprio partendo, come molti, da una piccola officina in affitto. Con il passare degli anni la Gi. Di. Meccanica è diventata una delle aziende principali nella produzione di leve per scarponi da sci ma anche leader nella progettazione e nella produzione di componenti metallici di alta precisione, sfruttando poi la sua esperienza pluriennale per ampliare l’attività in mercati strategici come l’automotive, l’oleodinamico, l’idraulica, il termosanitario e il mobile.

Zaia, Giusti e Bet durante il tour della produzione 


Nella sede di Vazzola dal 2021 è operativo un magazzino che si sviluppa verticalmente per un’altezza di oltre 23 metri. Presenti ai festeggiamenti anche il Governatore del Veneto Luca Zaia, il consigliere regionale Roberto Bet i sindaci di Vazzola, Codognè e Godega di Sant’Urbano Giovanni Domenico ZanonLisa Tomasella e Paola Guzzo. Ma approfittando delle porte aperte hanno partecipato anche molti cittadini, amici e parenti degli oltre 300 lavoratori

Il magazzino verticale 

“Stiamo parlando di una azienda innovativa – spiega Luca Zaia – in cui si è fatta molta ricerca. Sono quarant’anni di una galoppata infinita verso una qualità che altri non sanno riprodurre in giro per il mondo”. 

Zaia e Giusti 

Ma l’azienda ha già pronto anche il ricambio generazionale, anche se vedendolo la sua passione Dino Giusti difficilmente abbandonerà totalmente. Già pronta però a subentrare la figlia Elena: “penso che una visione illuminata come quella di Dino Giusti – conclude Luca Zaia – sia molto utile anche in un ricambio generazionale che avverrà con gradualità e facendo crescere ancora l’azienda”. 

Giusti mostra a Zaia il funzionamento di un macchinario 

“Se la nostra provincia e la nostra regione hanno raggiunto livelli così alti di informatizzazione e di qualità produttiva lo si deve a imprenditori come Dino Giusti – ha aggiunto il sindaco di Vazzola Giovanni Domenico Zanon – un ringraziamento va fatto anche a tutti i lavorati di questa azienda”. 

(Foto: Qdpnews.it ©️ riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…