In dirittura d’arrivo i lavori all’impianto di depurazione

In dirittura d’arrivo i lavori all’impianto di depurazione di Vazzola

Si avviano alla fase finale i lavori per l’adeguamento funzionale dell’impianto di depurazione di Vazzola. Una volta terminato l’intervento, indicativamente sul finire della prossima primavera, il depuratore passerà da una capacità di 4.000 a 7.000 AE (Abitanti Equivalenti), consentendo una gestione delle acque di scarico – in arrivo da un territorio vasto, comprensivo di una importante zona industriale – più efficace.

L’investimento di 2 milioni e mezzo di euro da parte di Piave Servizi contribuirà ad una migliore gestione circolare della risorsa idrica, a beneficio del territorio con una potenzialità pari al carico generato da 7 mila cittadini. “All’epoca della costruzione dell’impianto, nel 1986, non era stata concepita una sezione per il trattamento dei carichi di azoto e di fosforo, sostanze particolarmente impattanti se presenti in eccesso nelle acque. Senza contare che l’impianto non era più in grado di assolvere appieno la propria funzione, ormai sottodimensionato rispetto alle necessità”, spiega Alessandro Bonet, presidente di Piave Servizi, la scorsa settimana in sopralluogo al cantiere con il sindaco di Vazzola, Giovanni Zanon, e l’assessore all’Ambiente e alle Attività produttive, Alessandro Brait.

Le attività hanno comportato la demolizione di alcune unità operative della filiera di processo esistente, consentendo così il recupero di spazi da adibire a nuove sezioni di trattamento.

dav

“L’intervento ha visto la riqualificazione complessiva dell’impianto per una più efficiente operatività, garantendo il rispetto dei limiti previsti dalla normativa – riassume il direttore generale di Piave Servizi, Carlo Pesce – Sono state realizzate nuove vasche, con la contestuale posa di nuove apparecchiature elettromeccaniche e implementato innovative tecnologie che mirano ad una maggiore efficienza in termini di qualità dell’acqua restituita all’ambiente, e ad un risparmio energetico”.

Entrando nel merito, tra i numerosi interventi che interessano la linea acque, ci sono l’installazione di nuove griglie, un nuovo comparto di dissabbiatura-disoleatura, un

nuovo comparto biologico a fanghi attivi con funzionamento a cicli alternati, una nuova vasca di sedimentazione secondaria con relativo pozzo fanghi e il rifacimento del comparto di disinfezione finale. Inoltre, è stata potenziata la linea di trattamento dei fanghi di supero con l’adeguamento del comparto biologico esistente a stabilizzazione aerobica e la costruzione di un nuovo locale adibito alla disidratazione dei fanghi.

L’adeguamento del depuratore di Vazzola, cominciato nell’autunno del 2021, rappresenta un’opera attesa. “Il rinnovamento del depuratore di via Monte Grappa porterà notevoli benefici, in termini di risparmio energetico, ma soprattutto di tutela dell’ambiente. L’impianto necessitava di un intervento consistente. Nel 2019 la nostra amministrazione comunale si è interessata alla situazione, attivandosi per un’opera migliorativa – commenta il sindaco Zanon – Ringrazio di cuore Piave Servizi, che ha accolto la nostra richiesta in tempi brevissimi, dimostrando ancora una volta il suo forte impegno per la sostenibilità”.

(Foto: Piave Servizi).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…